Art Digest: quale Istanbul per la Biennale? Shard che vince, Shard che perde, Londra divisa. Una rossa da 27 milioni di dollari

Un attivissimo museo d’arte moderna, un nuovo spazio per il contemporaneo – il SALT – aperto lo scorso anno, diecine di gallerie di livello internazionale: si avvicina la Istanbul Biennial, e il New York Times fa il punto della situazione turca… (nytimes.com) Una macchia sull’orizzonte cittadino o l’orgoglio di Londra? A un anno dall’inaugurazione, lo […]

La Ferrari 275 GTB:4 S Nart Spider

Un attivissimo museo d’arte moderna, un nuovo spazio per il contemporaneo – il SALT – aperto lo scorso anno, diecine di gallerie di livello internazionale: si avvicina la Istanbul Biennial, e il New York Times fa il punto della situazione turca… (nytimes.com)

Una macchia sull’orizzonte cittadino o l’orgoglio di Londra? A un anno dall’inaugurazione, lo Shard di Renzo Piano continua a dividere l’opinione pubblica della Capitale… (standard.co.uk)

Ai Weiwei, Yoko Ono, Banksy. Cosa hanno in comune? Diverse cose, fra le quali ora pure Instagram, social network in crescita al quale affidano anche momenti di vita privata… (abc.es)

Risultato in asta: 27,5 milioni di dollari. Tanto in California ha pagato un finanziere canadese per un capolavoro, non un’opera d’arte, stavolta, ma un’automobile: una Ferrari 275 GTB/4 S Nart Spider del 1967… (latimes.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.