Biennale Updates: tutta la Cina, in centosettantuno piccoli film. All’Arsenale la new age creativa di Kan Xuan, ecco il video dell’installazione…

Una mostra internazionale della biennale avara di videoarte, almeno nella sezione del Palaexpo ai Giardini? A riequilibrare in parte il mix, a livello di medium, ci pensa la parte di “Palazzo Enciclopedico” allestita all’Arsenale: e soprattutto ci pensa l’artista cinese Kan Xuan, che ne spara ben 171 nella sua stroboscopica installazione. Un approccio imprevedibile, per […]

Una mostra internazionale della biennale avara di videoarte, almeno nella sezione del Palaexpo ai Giardini? A riequilibrare in parte il mix, a livello di medium, ci pensa la parte di “Palazzo Enciclopedico” allestita all’Arsenale: e soprattutto ci pensa l’artista cinese Kan Xuan, che ne spara ben 171 nella sua stroboscopica installazione. Un approccio imprevedibile, per chi conosceva il bellissimo video “The Monk”, visto qualche anno addietro alla Galleria Continua a San Gimignano: la ripresa pressoché immobile di un monaco buddista in preghiera. Qui invece arriva questa rassegna di brevi video montati in sequenza ognuno su un piccolo schermo, “azioni ripetitive, litanie visuali di oggetti e immagini serializzate, presentate con effetti commoventi, poetici e talvolta infarciti di humour“. E che nel complesso restituiscono uno spaccato “intimo e diaristico” del lifestyle cinese: con le riprese accelerate a trasmettere una sensazione di straniante frenesia. Eccone una carrellata nel video…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.