C’erano tre cinesi a Torino. In mostra i vincitori della prima edizione del Premio Shanghai, reduci dalla residenza sabauda: ecco le immagini dell’opening

Sono risultati vincitori della selezione per la seconda fase del Premio Shanghai, ed in seguito a questo hanno trascorso a Torino un periodo di residenza artistica, presso l’Art Recidence San Domenico. Ora Ning Qian, Jia Qui e Yang Zhou presentano le opere realizzate nell’ambito di questa esperienza: e lo fanno con la mostra aperta – […]

Sono risultati vincitori della selezione per la seconda fase del Premio Shanghai, ed in seguito a questo hanno trascorso a Torino un periodo di residenza artistica, presso l’Art Recidence San Domenico. Ora Ning Qian, Jia Qui e Yang Zhou presentano le opere realizzate nell’ambito di questa esperienza: e lo fanno con la mostra aperta – titolo Atmosfere Italiane – fino al 9 giugno negli spazi del Santa Giulia Art&Wine Residence, sempre a Torino.
Si avvia così alla conclusione la prima edizione del Premio, che ha visto l’assegnazione di residenze artistiche anche a tre giovani artisti italiani – Domenico Antonio Mancini, Susanna Pozzoli e Nadir Valente – ospitati a Shanghai presso il campus della Facoltà di Belle Arti – Shanghai University.
Gli artisti cinesi e italiani vincitori di questa prima edizione del Premio Shanghai si incontreranno, insieme ai rappresentanti delle Istituzioni curatrici del Premio, alla preview stampa e all’inaugurazione del Padiglione Italia della  Biennale Arte di Venezia, dove il 28 maggio 2013 sarà presentata la seconda edizione. Nella fotogallery un po’ di immagini dell’opening della mostra torinese…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.