Bernd e Hilla Becher e Marco Tirelli, al Massimo. Compie vent’anni l’ormai famosa rassegna dell’Accademia Tedesca di Roma, ecco chiccera all’opening

Le ultime mostre hanno visto protagonisti Giulio Paolini e Candida Höfer (2010), Ettore Spalletti e Imi Knoebel (2010), Rossella Biscotti e Björn Braun (2011), Alfredo Pirri e Gerhard Merz (2011), Vittorio Messina e Thomas Schütte (2011), Gino De Dominicis e Sigmar Polke (2012), Giovanni Anselmo e Lothar Baumgarten (2012). E parliamo solo delle ultime, visto […]

Le ultime mostre hanno visto protagonisti Giulio Paolini e Candida Höfer (2010), Ettore Spalletti e Imi Knoebel (2010), Rossella Biscotti e Björn Braun (2011), Alfredo Pirri e Gerhard Merz (2011), Vittorio Messina e Thomas Schütte (2011), Gino De Dominicis e Sigmar Polke (2012), Giovanni Anselmo e Lothar Baumgarten (2012). E parliamo solo delle ultime, visto che Soltanto un quadro al massimo – la rassegna di cui parliamo, organizzata dall’Accademia Tedesca di Roma a Villa Massimo – proprio quest’anno festeggia la sua ventesima edizione.
Occasione per la quale mette sul tavolo pezzi forti come Bernd e Hilla Becher e Marco Tirelli: i primi rappresentati dal lavoro Quenching Tower Zecher Emscher-Lippe Datteln, Ruhr II, D 1985 (2004), il secondo dalla scultura in ottone Senza Titolo (2013). Curata da Ludovico Pratesi e dal Direttore dell’Accademia Tedesca, Dr. Joachim Blüher, la mostra tiene banco fino al 7 giugno: ma nella fotogallery potete intanto farvi un’idea, dando pure un’occhiata a chiccera all’opening…

www.villamassimo.de

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.