Al via Art Basel Hong Kong, rendez-vous dell’artworld globale prima della “corrida” biennalesca. Ecco qualche immagine dalla preview della fiera

Ormai avete occhi solo per il countdown che si fa sempre più serrato in vista della Biennale di Venezia? Fermatevi in attimo, perché il mondo è grande, e prima del vernissage lagunare l’artworld globale ha da espletare un altro appuntamento di quelli che contano: Art Basel Hong Kong, la prima edizione della megafiera asiatica pienamente […]

Ormai avete occhi solo per il countdown che si fa sempre più serrato in vista della Biennale di Venezia? Fermatevi in attimo, perché il mondo è grande, e prima del vernissage lagunare l’artworld globale ha da espletare un altro appuntamento di quelli che contano: Art Basel Hong Kong, la prima edizione della megafiera asiatica pienamente nel “dominio” della corazzata svizzera già radicata anche a Miami.
Si apre domani, 23 maggio, e per gli italiani c’è da tener d’occhio anche le sorti delle ben nove gallerie nostrane approdate in Cina: dalle romane S.a.l.e.s., Lorcan O’Neill e Monitor, alle milanesi Massimo De Carlo, Francesca Minini e Lia Rumma, e poi l’immancabile Galleria Continua da San Gimignano, la Galleria Arte Maggiore da Bologna e Tornabuoni da Firenze. Non mancheremo di aggiornarvi sul clima che regna: intanto, qualche spigolatura fotografica dall’Hong Kong Convention and Exhibition Center…

www.artbasel.com/en/Hong-Kong

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.