Salone Updates: Trivioquadrivio, Fondazione Ferrè e Art For Business celebrano il Patrimonio Milanese. Quello di talenti, creativi, lavoratori. La passione del fare? Il primo valore da proteggere…

Il più prezioso patrimonio di Milano? Per Trivioquadrivio, società fondata nel 1996 e tra le più innovative in Italia sul fronte della consulenza culturale e progettuale, non ci sono dubbi: il riconoscimento va alle donne e gli uomini del capoluogo lombardo, il cosiddetto capitale umano. Rimasta orfana dei maestri del Novecento, ovvero degli artefici di […]

Patrimonio Milanese

Il più prezioso patrimonio di Milano? Per Trivioquadrivio, società fondata nel 1996 e tra le più innovative in Italia sul fronte della consulenza culturale e progettuale, non ci sono dubbi: il riconoscimento va alle donne e gli uomini del capoluogo lombardo, il cosiddetto capitale umano. Rimasta orfana dei maestri del Novecento, ovvero degli artefici di un successo che l’ha resa una delle capitali mondiali del design e della moda, Milano appare in affanno. Eppure, ancora oggi, la città può vantare un numero rilevante di professionalità attive in settori eterogenei, persone accomunate dalla voglia di misurarsi ogni giorno con il proprio lavoro, mettendoci passione e maestria. La sfida? Stanarli e conoscerli, affinché il loro contributo, tanto significativo quanto spesso seminascosto, divenga accessibile e condivisibile. Questo l’obiettivo di “Patrimonio Milanese”, un’iniziativa promossa da Trivioquadrivio, con Art For Business e Fondazione Gianfranco Ferré, ospitata presso la sede della fondazione stessa, in via Tortona, 37 nei primi giorni della Design Week. Oltre 180 persone, professionisti e gente comune, sono tornati – è il caso di dirlo – sui banchi di scuola, in un set allestito all’aperto a pochi metri dalle scintillanti proposte del Fuorisalone. Tutti hanno accettato di farsi fotografare con una lavagna alle spalle, dopo aver scritto con il gesso la loro risposta alla domanda: “In quale luogo lavorativo di Milano hai incontrato persone che trasmettono il valore e la passione di fare?”.

Nei locali della Fondazione quattro progettisti di diversa età e formazione – Camilla Bettiga, Jacopo Verdesca, Marco Bongiorni e Marco Makaus – si sono invece confrontati su un documento programmatico e sulla definizione della mappa dei luoghi milanesi in cui è ancora possibile imparare il valore del lavoro e dell’operosità: uno dei primi risultati tangibili dell’operazione. Dal 15 aprile sul sito saranno disponibili gli aggiornamenti sull’evoluzione del progetto.
Per saperne di più, ecco il contributo video di Leonardo Previ, Presidente di Trivioquadrivio e ideatore di “Patrimonio Milanese“.

– Valentina Silvestrini


www.patrimoniomilanese.com

CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Valentina Silvestrini (Foligno, 1982) è architetto con specializzazione in allestimento e museografia. Si è formata presso l’Università La Sapienza e la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia". Ha sviluppato il suo percorso professionale nell’ambito degli allestimenti temporanei, fieristici e museali e degli eventi di natura culturale e promozionale. È stata assistente alla progettazione di mostre presso lo studio “Il Laboratorio srl” (Roma, 2004/2007) e ha svolto un internship all’ufficio Eventi Speciali di Pitti Immagine srl (Firenze, 2008). Presso l’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero (Roma, 2008/2010) ha ricoperto il ruolo di assistente alla progettazione di layout espositivi e di assistente alla direzione lavori, recandosi in centri fieristici ed espositivi all’estero (Giappone, Russia e Germania). Ha collaborato con la FUA -Fondazione Umbra per l’Architettura (Perugia, 2011), occupandosi del coordinamento eventi e della comunicazione. E' caporedattore architettura/design/arte di Cosebelle Magazine, per il quale scrive dal 2011.
  • Grazie a Patrimonio Milanese la settimana milanese del design ha dato voce alla passione per il lavoro e a tutti coloro che la coltivano come primo valore. Progettisti, artigiani, pasticceri, insegnanti, ma anche impiegati, segretarie, maestri del fare intelligente, dove siete? Vogliamo mapparvi per offrire ai milanesi e a chi arriva in città l’onore di incontrarvi, servirsi da voi, per poter imparare l’arte del lavoro. Chiunque avesse voglia di segnalarci un luogo di Milano dove si lavora con passione venga a trovarci in Trivioquadrivio. Perché la ripresa di Milano parte da qui, dalla passione per il lavoro. Grazie ad Artribune per averci dato voce. http://www.patrimoniomilanese.com.