Brussels Updates: corridoi vuoti nella fiera belga a causa dell’apertura concomitante di Art Cologne in Germania? Dall’anno prossimo le date delle due kermesse cambiano così

Ormai era diventato un must per gli art-lovers e gli art-trotter d’Europa e non solo. Si va a Bruxelles all’opening della fiera Art Brussels e il giorno dopo, sfruttando la concomitanza dei due eventi, ci si sposta (le due città son piuttosto vicine) verso la tedesca Colonia per l’apertura di Art Cologne. Da una parte […]

Ormai era diventato un must per gli art-lovers e gli art-trotter d’Europa e non solo. Si va a Bruxelles all’opening della fiera Art Brussels e il giorno dopo, sfruttando la concomitanza dei due eventi, ci si sposta (le due città son piuttosto vicine) verso la tedesca Colonia per l’apertura di Art Cologne. Da una parte una circostanza positiva perché consente ai tanti presenzialisti di inanellare due presenze di riguardo sfruttando la stessa trasferta; dall’altra un piccolo problema per entrambe le due manifestazioni costrette, con questa configurazione, a contendersi grosso modo lo stesso pubblico.
Dall’anno prossimo, dopo anni di coabitazione, le cose cambieranno decisamente. Art Brussels si spoterà in avanti, ancor più nel cuore della primavera andando (per quanto riguarda il nostro paese) a impattare con il primo vero “ponte” tricolore, quello del 25 aprile: la cosa farà aumentare o diminuire la sempre nutrita presenza italiana? Art Cologne, all’inverso, andrà a occupare la seconda settimana del mese di aprile 2014. Le due fiere non saranno così concomitanti: si perderà un po’ di cannibalizzazione (giovedì, giorno di inaugurazione di Art Cologne, i corridoi di Art Brussels erano effettivamente non frequentatissimi specie rispetto all’opening del giorno precedente), ma si perderà anche l’effetto sinergia. Piccoli sommovimenti del risiko fieristico internazionale nel cuore della Vecchia Europa.

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.