Maggio fieristico. Dopo Frieze NY la carovana internazionale farà rotta su Hong Kong per la “prima” cinese di Art Basel. Ecco le nove gallerie italiane presenti

Nove. Sembra curiosamente essere questo il numero ricorrente per le gallerie italiane in trasferta nelle grandi fiere d’arte internazionali. Tante saranno – ve ne abbiamo già parlato – a New York in maggio, per la seconda edizione della Frieze Art Fair versione Usa. E sempre nove saranno quelle che raggiungeranno la Cina a fine maggio, […]

Nove. Sembra curiosamente essere questo il numero ricorrente per le gallerie italiane in trasferta nelle grandi fiere d’arte internazionali. Tante saranno – ve ne abbiamo già parlato – a New York in maggio, per la seconda edizione della Frieze Art Fair versione Usa. E sempre nove saranno quelle che raggiungeranno la Cina a fine maggio, per la prima edizione che vede la ex Art HK entrare pienamente nella galassia Art Basel.
E dall’annuncio emergono spunti interessanti e nuovi: in generale la presenza di qualche galleria raramente impegnata su fronti internazionali; e poi la performance di gallerie romane, tre quante le milanesi. Dalla Capitale ci saranno infatti S.a.l.e.s., Lorcan O’Neill e Monitor, mentre Milano risponderà con Massimo De Carlo, Francesca Minini e Lia Rumma. Ad affiancarle l’immancabile Galleria Continua da San Gimignano, la Galleria Arte Maggiore da Bologna e Tornabuoni da Firenze.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.