Lo Strillone: su Il Fatto Quotidiano il Brasile cancella le favelas dai programmi di Mondiali e Olimpiadi. E poi la Lisbona di Arbasino, Tiepolo a Villa Manin, la pulitura degli affreschi della Cappella Sistina…

E se il Brasile nascondesse la polvere sotto il tappeto? Inchiesta de Il Fatto Quotidiano in vista dei Mondiali 2014 e delle Olimpiadi di Rio, con il rischio di perdere l’occasione per drenare parte dei fondi verso le aree più disagiate del Paese. Parla portoghese pure La Repubblica: richiamo in prima per il diario di […]

Quotidiani
Quotidiani

E se il Brasile nascondesse la polvere sotto il tappeto? Inchiesta de Il Fatto Quotidiano in vista dei Mondiali 2014 e delle Olimpiadi di Rio, con il rischio di perdere l’occasione per drenare parte dei fondi verso le aree più disagiate del Paese. Parla portoghese pure La Repubblica: richiamo in prima per il diario di viaggio di Alberto Arbasino, in giro per Lisbona.

Nelle pagine che Il Sole 24Ore dedica all’edilizia spazio alla rinnovata Bibliotheca Hertziana di Roma. In tema restauri pure Il Foglio: il consueto greatest hits del lunedì, che pesca nel meglio degli articoli recenti pubblicati in Italia, scova un pezzo natalizio uscito sul Corsera. Lauretta Colonnelli racconta la pulitura degli affreschi della Sistina: se ve lo foste perso…

Corriere della Sera al Maxxi: una breve per la prossima inaugurazione della mostra dedicata alle architetture di Michele Valori; il primo piano de La Stampa è invece tutto per Tiepolo: commenti e approfondimenti sull’evento a Villa Manin.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.