Scacchieri fieristici. Nella contesa newyorchese fra Armory e Frieze si inserisce pure Cutlog. Che esordisce nella Grande Mela nei giorni della fiera londinese

New York, 10-13 maggio. Sulla Randall’s Island va in scena la seconda edizione della Frieze Art Fair, con l’ormai noto tentativo di scalzare l’Armory Show come appuntamento fieristico da non perdere nella Grande Mela. Per riuscire nell’impresa, una parte non indifferente del peso lo giocano le fiere collaterali: la loro presenza, la loro qualità e […]

New York, 10-13 maggio. Sulla Randall’s Island va in scena la seconda edizione della Frieze Art Fair, con l’ormai noto tentativo di scalzare l’Armory Show come appuntamento fieristico da non perdere nella Grande Mela. Per riuscire nell’impresa, una parte non indifferente del peso lo giocano le fiere collaterali: la loro presenza, la loro qualità e quantità sono un indice da non sottovalutare (si pensi alle 25 che attorniamo Art Basel at Miami!). Ebbene, nello scacchiere si inserisce anche la piccola ma rampante Cutlog, che in quei giorni esordisce a New York, raddoppiando dunque la classica presenza a Parigi durante la Fiac.
Il luogo scelto è nuovamente di gran fascino: se nella capitale francese si tratta della Borsa del Commercio, a New York si opta per la zona del Lower East Side, e in particolare per il PS160 che ospita il Clemente Soto Vélez Center. 40 le gallerie che esporranno, con una sezione di scultura allestita nel courtyard dell’ex scuola e una rassegna di film d’artista nell’auditorium. Confermata la stretta collaborazione del canale franco-tedesco Arte, che diventa in questa occasione sponsor della fiera.

www.cutlog.org