Fuksas (Elisa) meets Fuksas (Massimiliano). Il Festival del Film di Roma incrocia padre architetto a figlia regista: presentazione all’Auditorium per il documentario sulla Nuvola dell’Eur

Leggi Fuksas, e sai che non puoi sbagliare: un cognome troppo particolare per incontrare omonimie, specie nel pur sempre ristretto mondo della creatività. Eppure, da un po’ a quel cognome non vanno per forza associati i nomi dell’archistar Massimiliano, o della compagna di vita e di studio Doriana: già, perché anche i piccoli Fuksas crescono, […]

Leggi Fuksas, e sai che non puoi sbagliare: un cognome troppo particolare per incontrare omonimie, specie nel pur sempre ristretto mondo della creatività. Eppure, da un po’ a quel cognome non vanno per forza associati i nomi dell’archistar Massimiliano, o della compagna di vita e di studio Doriana: già, perché anche i piccoli Fuksas crescono, e la figlia della coppia, la under 30 Elisa, si è avviata verso la sua carriera da regista.
Ed ora, probabilmente per la prima volta ufficialmente, le due generazioni si incrociano: Elisa Fuksas è infatti l’autrice del documentario La Nuvola – Work in Progress, che testimonia appunto lo stato di avanzamento dal cantiere del Nuovo Centro Congressi di Roma Eur. Ed a favorire l’incontro, è il Festival Internazionale del Film di Roma, che domenica 11 novembre mette in programma nella sezione Eventi una doppia proiezione del documentario, alle 15 e alle 18, presso lo Studio 3 dell’Auditorium Parco della Musica. Noi intanto vi anticipiamo qualche immagine e still dell’opera.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.
  • Gig

    E chi se ne frega dello stato di avanzamento……………poi ci sarà l’avanzamento avanzato? E quando sarà terminato ci sarà un bel documentario “avanzatissimo”.
    Ma in tutto questo , che ci “azzecca” con il festival del cinema e ben 2 proiezioni???
    Forse a Venezia, non più tardi di qualche settimana fa, sarebbe stato più consono…….