Lo Strillone: niente Acquapark, il paesaggio della Val di Fassa basta da solo, su La Stampa. E poi Henri Moore alla Royal Society, il più antico tempio di Selinunte, massoneria in mostra…

Le stringhe di Henri Moore violano le sacre stanze della Royal Society, portando l’arte contemporanea in uno dei templi della scienza britannica: evento a piena pagina su L’Unità. I neon d’autore al Macro e su Il Fatto Quotidiano. Studiosi furbacchioni e speranze deluse: richiamo in prima per il pezzo con cui Orio Vergani affida a […]

Quotidiani
Quotidiani

Le stringhe di Henri Moore violano le sacre stanze della Royal Society, portando l’arte contemporanea in uno dei templi della scienza britannica: evento a piena pagina su L’Unità. I neon d’autore al Macro e su Il Fatto Quotidiano.

Studiosi furbacchioni e speranze deluse: richiamo in prima per il pezzo con cui Orio Vergani affida a Quotidiano Nazionale la delusione per l’affare dei Caravaggio inediti scoppiato a Milano; spuntano su La Repubblica i resti del più antico tempio di Selinunte.

Roma, Palazzo Vitelleschi: vale un’apertura di pagina su Il Giornale la mostra che raccoglie cimeli e memorabilia della massoneria; su La Stampa polemiche dal Trentino, con Canazei che non vuole un Acquapark destinato a deturpare il paesaggio della valle.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.