Lo Strillone: il Rauschenberg che non si vende, ma si tassa sul Corriere della Sera. E poi mosaici a San Marco, anfiteatro di Pozzuoli chiuso, scultura a Saint Tropez…

Tutto il mosaico minuto per minuto: L’Unità racconta la straordinaria catalogazione del repertorio musivo di San Marco in Venezia, con lancio del DVD con documentario prodotto dalla Cicero Editore. No money? No party! Su Quotidiano Nazionale l’ennesima polemica sullo sfascio dei Beni Culturali, con l’anfiteatro di Pozzuoli che chiude al pubblico perché mancano i soldi […]

Quotidiani
Quotidiani

Tutto il mosaico minuto per minuto: L’Unità racconta la straordinaria catalogazione del repertorio musivo di San Marco in Venezia, con lancio del DVD con documentario prodotto dalla Cicero Editore. No money? No party! Su Quotidiano Nazionale l’ennesima polemica sullo sfascio dei Beni Culturali, con l’anfiteatro di Pozzuoli che chiude al pubblico perché mancano i soldi per pagare i custodi.

Pazzesco il Canyon di Rauschenberg: sul Corriere della Sera la storia dell’opera che gli Stati Uniti considerano illegale e quindi fuori mercato (contiene un’aquila vera appiccicata sulla tela), ma sulla quale pongono tasse per 29 milioni di dollari

Degas e Matisse alla prova del bronzo: Avvenire a Saint Tropez per la mostra che indaga la scultura interpretata da grandi maestri del colore; mentre a Bologna Dejanoff  porta la sua Bronze House, sintesi tra plastica e architettura d’avanguardia. Natalia Aspesi incontra Paolo Baratta sulle pagine de La Repubblica: chiacchierata sui massimi sistemi della gestione delle istituzioni culturali.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.