Lo Strillone: il compenso milionario di Stephane Lissner alla Scala sul Quotidiano Nazionale. E poi Photoespana 2012, Marcinelle patrimonio Unesco, Poesia Visiva a Parma…

Povero Moliterni! Non deve essere stato il massimo della vita trovarsi a Madrid in questi giorni di orgia roja: almeno il nostro si consola bazzicando per Photoespana 2012 e raccontando tutto a La Stampa. Che recensisce pure Sam Francis a Brescia, Warhol alla GNAM ed Erwitt ai Tre Oci in Venezia; ma soprattutto gli Armamentari […]

Quotidiani
Quotidiani

Povero Moliterni! Non deve essere stato il massimo della vita trovarsi a Madrid in questi giorni di orgia roja: almeno il nostro si consola bazzicando per Photoespana 2012 e raccontando tutto a La Stampa. Che recensisce pure Sam Francis a Brescia, Warhol alla GNAM ed Erwitt ai Tre Oci in Venezia; ma soprattutto gli Armamentari dell’arte da mudima, resoconto dell’occupazione di San Carpoforo a fine anni ’70.

Marcinelle patrimonio Unesco su Corriere della Sera, che nella riedizione de L’Adalgisa scopre l’erotismo sepolto nella Milano di Gadda.

E da Milano tuona Formigoni, con Quotidiano Nazionale che riprende un twit del Celeste, indignato per il compenso milionario concesso a Stephane Lissner, soprintendente alla Scala. Lamberto Pignotti e la Poesia Visiva in mostra a Parma e a tutta pagina su L’Unità.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.