World auction record per Jean-Michel Basquiat, anche da Phillips de Pury si conferma il momento magico del contemporaneo a New York

La bomba in questo caso ha il nome di Jean-Michel Basquiat, che con il suo Untitled del 1981, stimato 8-12 milioni di dollari, vede impennarsi il world auction record, aggiudicato a $16.3milioni. Ma con un totale di 89.9 milioni di dollari per la Evening sale, anche l’asta di Phillips de Pury a New York conferma […]

Jean-Michel Basquiat - Untitled, 1981

La bomba in questo caso ha il nome di Jean-Michel Basquiat, che con il suo Untitled del 1981, stimato 8-12 milioni di dollari, vede impennarsi il world auction record, aggiudicato a $16.3milioni. Ma con un totale di 89.9 milioni di dollari per la Evening sale, anche l’asta di Phillips de Pury a New York conferma il trend al rialzo dell’arte contemporanea, e il susseguirsi di record in tutte le giornate di vendite all’incanto. Risultato entro le stime per Willem de Kooning con Untitled VI, venduto a $12.4m, seguito dal Mao di Andy Warhol battuto a $10.3m; successo per Untitled (S69) di Christopher Wool, che ha superato la stima massima trovando un compratore a $4m.
L’opera di Roy Lichtenstein, Still Life with Cash Box, 1976 si è attestata a $3.4m contro una stima massima di $5m, ma nel 2009 aveva fatto $2m all’asta Christie’s dalla collezione di Betty Freeman. L’opera di Cindy Sherman Untitled #94, del 1981, è stata battuta alla metà della stima massima di $1.5 milioni, mostrando che i collezionisti conoscono il giusto prezzo per le sue opere fotografiche; la stessa immagine era stata battuta due sere fa da Christie’s, partendo da una stima di $300-500mila. Tra gli altri world record, $92.500 per Seth Price, $482.500 per Dana Schutz, mentre ottimi risultati hanno ottenuto anche Andreas Gursky, George Condo, Sterling Ruby.

– Martina Gambillara