A Hong Kong è tempo di fiere. E di succulenti premi. Come quello assegnato da Art Hk al giovane Lee Kit. Un bel gruzzolo per l’artista e un nuovo successo per la sua galleria, l’italianissima Aike-Dell’Arco

Nei giorni di Art Hk, la più grande fiera d’arte moderna e contemporanea in Cina, un bottino di 25mila dollari è stato assegnato al giovane Lee Kit, 34enne di Hong Kong, riconosciuto a livello internazionale come uno tra i migliori artisti cinesi emergenti del momento. Un successo che è anche tutto italiano, visto che a […]

Hong Kong, Art Hk - Lee Kit, insieme al suo gallerista, Roberto Ceresia, riceve il premio dalla giuria di Futures Art 2012

Nei giorni di Art Hk, la più grande fiera d’arte moderna e contemporanea in Cina, un bottino di 25mila dollari è stato assegnato al giovane Lee Kit, 34enne di Hong Kong, riconosciuto a livello internazionale come uno tra i migliori artisti cinesi emergenti del momento. Un successo che è anche tutto italiano, visto che a rappresentarlo è la palermitana galleria Aike-dell’Arco di Roberto Ceresia, da qualche anno stabile a Shanghai con un ampio e lanciatissimo spazio nell’art district di 50 Moganshan Road.
Kit è il vincitore dell’edizione 2012 di Art Futures, premiato da una giuria di esperti d’eccellenza: Lars Nittve, Executive Director di M+, il nuovo Museo d’Arte Contemporanea di Hong Kong; Elaine Ng, direttore ed editore di ArtAsiaPacific Magazine; Okwui Enwezor, critico e curatore afroamericano, tra i più influenti della scena artistica internazionale.
E vince, Lee Kit, con il suo special project, allestito nello stand della galleria come un piccolo solo show. Something in My Hands si chiama l’installazione, un mix di diversi linguaggi per esplorare angoli del quotidiano ricreando un’atmosfera intima, densa d’emotività, tra concretezza ed astrazione, poesia e prosa.
Futures Art è una sezione della fiera di Hong Kong, dedicata ad artisti emergenti provenienti dalle scuderie di giovani gallerie di tutto il mondo. Quest’anno sono 35 gli spazi selezionati, per un’ampia rappresentanza della scena europea e americana. Bella notizia, dunque, per l’italiana Dell’Arco, che in mezzo a tante, accreditate realtà internazionali, porta a casa un bel goal, un altro successo raccolto lungo il cammino che, dalla Sicilia, ha condotto il marchio ad affermarsi oltreconfine, conquistando un posto al sole nel caotico, controverso e super-accelerato art system cinese.

Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.