Quasi un museo di Picasso. Nuova tornata di aste newyorkesi, catalogo da brividi per Christie’s, che attende risultati a otto zeri

Riparte il rullo compressore delle aste di New York, con straordinari capolavori museali pronti a passare sotto i martelletti di Christie’s e Sotheby’s, per un totale di 300 milioni di dollari con opere suddivise tra le Evening e Day sales. Un anno fa le stesse vendite avevano totalizzato oltre $280 milioni, mentre sei mesi fa […]

Alberto Giacometti - Buste de Diego

Riparte il rullo compressore delle aste di New York, con straordinari capolavori museali pronti a passare sotto i martelletti di Christie’s e Sotheby’s, per un totale di 300 milioni di dollari con opere suddivise tra le Evening e Day sales. Un anno fa le stesse vendite avevano totalizzato oltre $280 milioni, mentre sei mesi fa si era registrata una lieve discesa a NY, dove Christie’s aveva ottenuto appena il 62% di lotti venduti, facendo scintille invece a Londra.
Il primo maggio Christie’s New York officerà la sua Evening Sale di Impressionist and Modern Art, con un catalogo impreziosito da nomi come Pablo Picasso, Henri Matisse, Alberto Giacometti, Claude Monet, Salvador Dali, Joan Miró, Henry Moore, per un totale di 32 opere stimate $100 milioni. La copertina è stata dedicata a Les Pivoines (Le Peonie) di Henri Matisse, una natura morta fauvista del 1907, stimata $8-12 milioni. Highlight preannunciato è però lo studio per I Giocatori di Carte di Paul Cézanne, appartenuto al collezionista texano Heinz F. Eichenwald e mai più apparso in pubblico dopo il 1953, e ora stimato $15-20 milioni.
Tanti i pezzi forti di Pablo Picasso, a partire da Deux nus couchés, il ritratto di due nudi circondati da una vegetazione verdeggiante che richiama il capolavoro del 1862-63 Le déjeuner sur l’herbe, stimato $8-12 milioni. In asta anche capolavori risalenti al periodo di Marie-Thérèse Walter, come Le Repos, stimato $5-7 milioni, che la ritrae mentre dorme, dipinto nel 1932, alcuni mesi dopo l’opera record Nude, Green Leaves and Bust, battuto nel 2010 per $106.5 milioni. Presenti poi Sur la Terrasse ($500-700mila); Femme assise ($2.5-3.5 milioni); Femme dans l’atelier ($3-5 milioni);  Mousquetaire et Nu Assis ($5-8 milioni).
Non può mancare un bronzo di Giacometti: Buste de Diego, concepito nel 1957 e fuso l’anno successivo, rappresenta il fratello e collaboratore dell’artista, uno dei soggetti più riconoscibili dell’artista (stima $8-12).

– Martina Gambillara