Le icone ludiche di Ernesto Tatafiore, al Pan. Ultimo appuntamento dei Martedì Critici a Napoli, mentre su Artribune Television arriva il video di Sergio Fermariello. E poi? Si torna a casa

E anche quest’avventura in terra campana giunge al termine. Finisce qui la trasferta napoletana dei Martedì Critici, approdati due mesi fa al Pan, dopo la quarta edizione romana e la prima esperienza milanese. Ospite di questo sesto e ultimo appuntamento è Ernesto Tatafiore, nato a Napoli 70 anni fa. Una vita dedicata all’arte e alla […]

Un'opera di Ernesto Tatafiore

E anche quest’avventura in terra campana giunge al termine. Finisce qui la trasferta napoletana dei Martedì Critici, approdati due mesi fa al Pan, dopo la quarta edizione romana e la prima esperienza milanese.
Ospite di questo sesto e ultimo appuntamento è Ernesto Tatafiore, nato a Napoli 70 anni fa. Una vita dedicata all’arte e alla sua città: alcune delle sue opere riprendono delle vere e proprie icone della tradizione partenopea, dal Vesuvio a Masaniello, fino al reuccio del calcio Diego Armando Maradona. E fu proprio Napoli a battezzarlo come artista nel 1969, anno della sua personale d’esordio, organizzata dalla galleria di Lucio Amelio. Ma nel repertorio di Tatafiore ci sono anche eroi della storia o della letteratura, figure di leader rivoluzionari, personaggi partoriti dalla fantasia popolare o protagonisti della storia dell’arte: tutti estrapolati dai contesti d’origine e trasposti in una dimensione ludica, astratta, in cui l’immagine si sposa con la parola, innescando meccanismi che dischiudono il paradosso e l’utopia. Caratterizzati da una connotazione illustrativa e fumettistica, le tele e i disegni mettono in scena un racconto personale e affettivo, che tramuta simboli e icone della tradizione in soggetti narrativi, umani e familiari, con cui condividere uno spazio mentale orientato al gioco e alla fantasia.
L’artista, come di consueto, sarà introdotto dai due curatori, Alberto Dambruoso e Marco Tonelli. L’estratto video potrete vederlo presto su Artribune Television, mentre domani non perdetevi quello dedicato a Sergio Fermariello, penultimo ospite della serie di incontri al Pan.
E poi? Mica finisce qui. Il fortunatissimo ciclo di art-talk, che mette in dialogo artisti giovani e affermati con pubblico e critica, torna a casa. E riprende il prossimo 27 marzo, per arrivare fino al 5 giugno. In attesa di conferma sulla location romana, vi diamo un’anticipazione su alcuni nomi: Paolo Canevari, H.H. Lim, Felice Levini, Liliana Moro, Pietro Fortuna, Stefano Di Stasio e Giosetta Fioroni.

– Helga Marsala

PAN, Palazzo delle Arti Napoli – via dei Mille, 60
20 marzo 2012, ore 18-20
ingresso: libero
contatti: tel. [email protected]; [email protected]

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.