Biennale di Venezia, a febbraio? Sì, con il Carnevale Internazionale dei Ragazzi, che apre anche qualche padiglione nazionale

Il Padiglione dell’Olanda ai Giardini di Castello? Sarà Ispirato a Rietveld, mentre quello del Belgio sarà incentrato sul recupero di materiali di uso quotidiano. Aggiornamenti sulle partecipazioni nazionali alla Mostra di Architettura di quest’anno? Qualcuno che addirittura segue la Francia ed anticipa invece informazioni sulla propria presenza alla mostra di Arti Visive del prossimo anno? […]

Il Padiglione dell’Olanda ai Giardini di Castello? Sarà Ispirato a Rietveld, mentre quello del Belgio sarà incentrato sul recupero di materiali di uso quotidiano. Aggiornamenti sulle partecipazioni nazionali alla Mostra di Architettura di quest’anno? Qualcuno che addirittura segue la Francia ed anticipa invece informazioni sulla propria presenza alla mostra di Arti Visive del prossimo anno?
No, nessuna delle due: certo, si parla di Biennale di Venezia, ma in questo caso del Carnevale Internazionale dei Ragazzi, che giunge alla sua terza edizione con il titolo di Favole e Pensieri, e con tante novità in carniere. A cominciare appunto dal coinvolgimento – è la prima volta – di due dei padiglioni nazionali ai Giardini, quelli di Olanda e Belgio, che si aggiungono alle altre nazioni Australia, Germania, Gran Bretagna, Romania e Stati Uniti, presenti però nel Padiglione Centrale.
Al via dunque dieci giorni fittissimi di appuntamenti – da sabato 11 a martedì 21 febbraio, con ingresso e attività gratuiti – dedicati a bambini e ragazzi, curati dal Team Educational e dall’Arsenale della Danza della Biennale di Venezia, con la collaborazione di 10 licei artistici e classici italiani ed europei. Un programma strutturato su laboratori, incontri, workshop per le scuole, atelier per le famiglie, performance di danza e musica. Con il progetto speciale Playground Bollywood!, che prevede laboratori e performance di danza indiana ideati dal Direttore della Biennale Danza Ismael Ivo, con i 25 giovani danzatori dell’Arsenale della Danza.
Il tema Favole e Pensieri – ha commentato Paolo Baratta, Presidente della Biennale – richiama l’immaginazione e la riflessione. È un Carnevale! Ma con un’ambizione: quella di stimolare la fantasia e il piacere del creare e del divertirsi facendo. Si tratta di un ulteriore passo verso la realizzazione di un grande luogo d’incontro di progetti e di energie che in varie parti del mondo – nel sistema scolastico e fuori di esso – sono dedicate all’arricchimento del tutto particolare della formazione delle nuove generazioni con impegni diretti nella creatività”.

www.labiennale.org