Teatro fuori dai teatri. A Biella Stalker porta in giro per le strade gli show del festival Inpiazzo-Piazzoff

Nel cuore della Biella vecchia, fra il seicentesco Palazzo Ferrero e i portici del Piazzo, si terrà la terza edizione di Inpiazzo-Piazzoff, festival internazionale d’arte e spettacolo nell’ambiente ideato da Stalker Teatro e sostenuto dall’Assessorato alle Politiche giovanili della città. Concerti, spettacoli, performance e interventi itineranti si avvicendano da venerdì 8 a domenica 10 luglio […]

Nel cuore della Biella vecchia, fra il seicentesco Palazzo Ferrero e i portici del Piazzo, si terrà la terza edizione di Inpiazzo-Piazzoff, festival internazionale d’arte e spettacolo nell’ambiente ideato da Stalker Teatro e sostenuto dall’Assessorato alle Politiche giovanili della città. Concerti, spettacoli, performance e interventi itineranti si avvicendano da venerdì 8 a domenica 10 luglio nei luoghi più suggestivi del centro, in linea con l’idea di “teatro fuori dai teatri” da sempre perseguita dalla compagnia torinese.
Ad aprire la rassegna l’inaugurazione, presso gli spazi espositivi di Palazzo Ferrero, della collettiva d’arte contemporanea Bandiera/e d’Italia che, in occasione delle celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia, raccoglie le opere di oltre 40 artisti piemontesi, per riflettere sul significato simbolico, storico e sociale della bandiera.
Ogni serata vede quindi la presentazione di diversi eventi, con uno spettacolo di teatro-danza alle 21.00 (si segnala in particolare, sabato 9, l’anteprima del nuovo lavoro di Tecnologia Filosofica, Studio sul cortile, che con la consueta delicata ironia esplora uno dei luoghi più tipici e antichi della comunità) e, a seguire, un’ampia sezione dedicata a musica e teatro di strada (la Street Up Comedy di Francesco Giorda, la comicità acrobatica di Roberto Sblattero, la clownessa bolognese Urana Marchesini, il Circo delle pulci di Chiara Trevisan, l’ensemble marchigiano di musici e acrobati de L’Araba Fenice, ecc.).

Mirta Silva

www.stalkerteatro.net