Sarà Gianni Colosimo a inaugurare la rassegna performativa In Corpo di SetUp Contemporary Art Fair, a cura di Giovanni Gaggia per Sponge ArteContemporanea. La rassegna, giunta al sesto anno (quattro di forte sodalizio con la settimana fieristica bolognese), accoglie e sviscera il tema dell’Orientamento proposto per il 2016; In corpo VI tenta di far dialogare due discipline artistiche, arti visive e danza contemporanea, per aprire il dibattito su quale tipologia di performance appartiene a una categoria o all’altra.
Per questo motivo l’edizione corrente della rassegna è firmata in prima persona da Giovanni Gaggia, artista, performer e direttore artistico di Sponge ArteContemporanea, in collaborazione con Gilberto Santini, Direttore dell’A.M.A.T (Associazione Marchigiana Attività Teatrali) e Civitanova Danza. Sono quattro gli artisti invitati a confrontarsi: Leonardo Carletti, Gianni Colosimo, Manuela Macco e Francesco Marilungo, due provenienti dalle arti visive e due dalla danza d’autore, che si alterneranno nella nuova Area Talk durante le quattro giornate della manifestazione.
La performance di Gianni Colosimo, The motherfucker, inaugurerà la tetralogia d’incontri, alle 22,00 di domani all’Autostazione di Bologna. Colosimo è (non solo) un performer attivo da oltre 30 anni e nel 2014 è stato omaggiato da Maurizio Cattelan nella mostra Shit and Dream a Torino con l’istallazione The Hug di Eric Doeringer. Con la performance per In Corpo VI l’artista ritorna al passato, quando era tra i protagonisti del Teatro Analitico-patologico e del Teatro di Postavanguardia. In The motherfucker  la patologia esistenziale, il danaro e l’arte sono i co-protagonisti con i quali si intreccia una folle danza rituale, la cui musica è suonata da Eros e Thanatos.
Nell’attesa di assistere allo spettacolo, vi proponiamo la performance Resurrezione con cui l’artista ha concluso, l’anno scorso, la mostra omonima presso la Galleria Giacomo Guidi di Roma.

– Federica Polidoro

Bologna, 28-31 gennaio 2016
In Corpo VI – SetUp Contemporary Art Fair
Artisti: Leonardo Carletti, Gianni Colosimo, Manuela Macco, Francesco Marilungo
Curatela: Giovanni Gaggia per Sponge Arte Contemporanea, in collaborazione con Gilberto Santini
Intervento critico: Giovanna Giannini Guazzugli
Ingresso libero
SetUp Contemporary Art Fair – Area Talk
Autostazione, p
iazza XX Settembre n. 6, Bologna
+39 339 4918011
[email protected]
[email protected]
www.setupcontemporaryart.com

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.