Le mistificazioni di Karthik Pandian

Federica Schiavo Gallery, Roma – fino all’8 novembre 2014. La prima personale in Italia dell’artista americano sembra svelare il processo alla base del suo lavoro: gli oggetti “falsificati” dal tempo. “Snails and Oysters”, questo il titolo della mostra, avrà la sua prosecuzione nello stand della galleria romana ad Artissima.

Karthik Pandian (Los Angeles, 1981) allestisce nella sua mostra romana un provocante paesaggio di statue, calchi e stampi, protesi organiche e inorganiche, ricostruzioni, restauri. Cervelli scannerizzati e svuotati si alternano ad abiti sgargianti tra rovine romane, peni in ceramica e conchiglie bronzee – o orecchie, o foglie? – e anche la dea Nike è chiamata in causa in questo sorprendente luna park della manipolazione. Se il gioco è quello della falsificazione, allora il tempo svela il suo inganno plasmando oggetti e concetti. Nel restituirceli come manipolazioni, i medium (video, fotografia, scultura, stampa) e i materiali (polvere di marmo, resina, gesso, silicone, cartone, ceramica, carta, bronzo) non possono che dichiararsi ed essere disparati. Così come nel rimando instancabile tra presente e passato, Las Vegas e Roma sono le città della mistificazione per eccellenza, in cui il tempo ha scarnificato e nutrito una sfaccettata, immaginifica, ambivalente rappresentazione del tutto.

Marta Veltri

Roma // fino all’8 novembre 2014
Karthik Pandian – Snails and Oysters
FEDERICA SCHIAVO
Piazza Montevecchio 16
06 45432028
[email protected]
www.federicaschiavo.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/37326/karthik-pandian/

 

CONDIVIDI
Marta Veltri
Marta Veltri (Cosenza, 1983) si è laureata in architettura a Roma con una tesi sull'allestimento museale delle Terme di Caracalla. Subito dopo ha fatto parte del team che ha dato alla luce UNIRE, progetto vincitore dell'ultimo YAP (Young Architects Programs) MAXXI, sempre a Roma. Ha collaborato con studi d'architettura italiani e stranieri, approfondendo il complesso rapporto tra architettura, design, arte e fotografia. Negli ultimi tempi si è avvicinata al mondo della comunicazione in ambito artistico e culturale. Dal 2012 scrive per Artribune.