Balere, luoghi della memoria

Galleria Gallerati, Roma – fino al 10 settembre 2014. Obiettivo puntato sulle piste da ballo di una volta. Che fine hanno fatto le balere? Un progetto fotografico del bolognese Gian Luca Perrone racconta l’evoluzione di questi luoghi.

Gian Luca Perrone - Balere

Come sono cambiate le balere nel tempo? Da luoghi essenziali per il divertimento semplice dei nostri nonni a spazi ultramoderni e dinamici capaci di accontentare ballerini dai gusti molto diversi tra loro. Partendo da un ricordo d’infanzia, Gian Luca Perrone (Bologna, 1971) racconta per immagini l’evoluzione di un luogo pubblico a metà tra l’esperienza estetica – la pista, le luci, gli snodi spaziali dell’architettura – e la celebrazione effimera dello svago. Così ne parla l’autore in un’intervista con la curatrice della mostra Camilla Boemio: “Si tratta di relazioni tra lo spazio e un’idea nuova di divertimento, legate indissolubilmente a una tradizione popolare, che hanno consegnato scenografie e proiezioni illusorie, soprattutto in provincia, e che non tarderanno ad arrivare ad un capolinea per una nuova reinterpretazione”. La macchina fotografica di Perrone è proprio lì, pronta a ritrarre gli ultimi attimi di questo spettacolo.

Chiara Ciolfi

Roma // fino al 10 settembre 2014
Gian Luca Perrone – Balere

a cura di Camilla Boemio
GALLERIA GALLERATI
Via Apuania 55
06 44258243
[email protected]
www.galleriagallerati.i

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/36296/gian-luca-perrone-balere/

CONDIVIDI
Chiara Ciolfi
Chiara Ciolfi (Roma, 1987) è laureanda in Storia dell’Arte presso l’Università di Roma La Sapienza. Si interessa di arte contemporanea in tutte le sue forme, con un accento particolare sull’editoria e le riviste di settore. Ha collaborato con Exibart dal 2008 al 2011 fino all’avvento dell’ “era Artribune”. Attualmente sta costruendo il suo percorso tra stage e collaborazioni con fondazioni orientate alla ricerca (Nomas Foundation) e gallerie collaudate (Gagosian Gallery), con il sogno di farne un lavoro vero.