Uno show di parrucche. Dal cinema all’arte

Isola Gallery, Roma – fino al 26 giugno 2014. Quando il cinema, il fashion e le arti visive dialogano e si sovrappongono. Desideria Corridoni sull’Isola tiberina, alla ex Rome New York Art Foundation.

Desideria Corridoni in mostra a Roma - foto Guido Laudani

Desideria Corridoni è un’autrice assolutamente anomala nel panorama delle arti visive”. Lo scrive nel testo critico Barbara Martusciello, curatrice di un’affascinante, insolita mostra allestita negli spazi ipogei dell’Isola Gallery. Sono parrucche fantasmagoriche, infatti, le “sculture” in mostra. Opere realistiche e surreali, al tempo stesso esagerate e lievi. Che Desideria Corridoni “costruisce” adoperando di rado i ferri del mestiere, “troppo sintetici, freddi, impersonali”: preferisce le mani. Nata da una famiglia di “cinematografari” romani, possiede nel suo background l’artigianalità dei grandi film. Un’esperienza a contatto di registi come Federico Fellini, di attori del calibro dello scomparso Heath Ledger (del quale è personal hair designer) ma anche di Richard Dreyfuss, Vanessa Redgrave, Shirley MacLaine. Collaborazioni con importanti costumisti vincitori di premi Oscar, fino al Marie Antoinette di Sofia Coppola, film-mito che vede la Corridoni protagonista come hair and wig designer. Da Fellini in poi, scrive la curatrice “Desideria ha portato quella stessa manualità e funambolica capacità illusionistica dei “costruttori di sogni”.

Lori Adragna

Roma // fino al 26 giugno 2014
Desideria Corridoni – Maria Antonietta c’est moi
a cura di Barbara Martusciello
ISOLA GALLERY
Piazza San Bartolomeo all’Isola, 20
333 1378223
[email protected]
www.isolagallery.com

 

CONDIVIDI
Lori Adragna
Lori Adragna nata a Palermo, vive e lavora a Roma. Storico dell’arte con perfezionamento in simbologia (Arte e simboli nella psicologia junghiana). Critico e curatore indipendente, dal 1996 organizza mostre ed eventi culturali per spazi privati e pubblici tra cui: Museo Nazionale d’Arte orientale di Roma; Villa Piccolomini, Roma; Museo D'Annunzio, Pescara; Teatro Palladium, Università Roma Tre; Teatro Furio Camillo, Roma; Palazzo Sant’Elia, Palermo; Museo di Capodimonte, Napoli; Complesso monumentale di San Leucio, Caserta; Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese, Roma. In veste di consulente editoriale e artistico ha collaborato inoltre per il Ministero per i Beni e le Attività Culturali (realizzando cataloghi e mostre nel Complesso monumentale di S. Michele a Ripa). I suoi testi sono pubblicati su enciclopedie, libri, cataloghi, in Italia e all’Estero. Scrive come free lance per numerose riviste specializzate nel settore artistico.