Mare, un idioma da decifrare. Dalla Puglia a Roma

MuGa Multimedia Gallery, Roma – fino al 10 luglio 2014. Il mare di Puglia, anzi i mari di Puglia, arrivano a Roma. Per la terza tappa dei ciclo “Entre nous”, che questa volta vede confrontarsi e interagire Chiara Dellerba e Raffaele Fiorella.

Dellerba e Fiorella in mostra da MuGa

Incastonata fra il Tevere e corso Vittorio, in quello scrigno di bellezze che è via Giulia, c’è un gioiellino di mostra: il terzo appuntamento del ciclo Entre Nous, a cura di Simona Merra e Carmela Rinaldi. Chiara Dellerba (Bari, 1984) e Raffaele Fiorella (Barletta, 1979), da buoni pugliesi, hanno il mare nel cuore e lo raccontano con media diversi ma complementari, fino a interagire in un’installazione a quattro mani in cui si mescolano i video di lui e le foto di lei, incorniciati da sale marino e carta giapponese. Se Fiorella attinge all’infinita dimensione contemplativa del mare e del cielo – avulsi dal tempo eppure testimoni del suo scorrere – e li trasforma in lightbox come finestre su un paesaggio privato, un “land-escape”, come riporta una delle curatrici; Dellerba usa l’elemento marino come pretesto per uno scavo nella memoria, riportando alla luce frammenti in bianco e nero valorizzati da un montaggio che li moltiplica e va a formare un grande mosaico di vedute del passato.

Chiara Ciolfi

Roma // fino al 10 luglio 2014
Entre Nous – Chiara Dellerba / Raffaele Fiorella
a cura di Simona Merra e Carmela Rinaldi
MUGA
Via Giulia 108-109
06 45540484
[email protected]
www.muga.it

 

CONDIVIDI
Chiara Ciolfi
Chiara Ciolfi (Roma, 1987) è laureanda in Storia dell’Arte presso l’Università di Roma La Sapienza. Si interessa di arte contemporanea in tutte le sue forme, con un accento particolare sull’editoria e le riviste di settore. Ha collaborato con Exibart dal 2008 al 2011 fino all’avvento dell’ “era Artribune”. Attualmente sta costruendo il suo percorso tra stage e collaborazioni con fondazioni orientate alla ricerca (Nomas Foundation) e gallerie collaudate (Gagosian Gallery), con il sogno di farne un lavoro vero.