Scribacchialo sui muri, con Marco Raparelli

Un libro d’artista. E un tavolo per lavorarci. Che poi ha la forma di un’asola, di quelle che costellano l’ex Elettrofonica di Roma. Dove Marco Raparelli, per tutto il mese di novembre, ha lasciato schizzi e motti.

Marco Raparelli - Look Mommy I scribbled! - veduta della mostra presso l'ex Elettrofonica, Roma 2012

È ironico e avvolgente Marco Raparelli (Roma, 1975), che per rinnovare la sua collaborazione con Ex Elettrofonica ha pensato di rieditare in un cofanetto speciale il suo libro d’artista Permafrost, già presentato in primavera al Macro, in cui raccoglie un campionario di varia umanità distribuendo battute e perle di saggezza tra un disegno e l’altro. E, già che c’era, ha colto l’occasione per lavorare un po’ site specific, come piace a lui.

Lo spazio anticonformista della galleria si ricopre di “scarabocchi”, schizzi, frasi, come il taccuino su cui annotare le idee migliori e un tavolo, progettato dall’artista a ricalcare la forma di una delle “asole” che bucano il soffitto, si ricopre di fogli, piccoli oggetti, ispirazioni per una mente che deve lavorare davvero a pieno ritmo per produrre un mini universo visivo così variegato e così sorprendentemente coerente.

Chiara Ciolfi

Roma // fino al 30 novembre 2012
Marco Raparelli – Look Mommy I scribbled!
EX ELETTROFONICA
Vicolo Sant’Onofrio 10-11
06 64760163
[email protected]
www.exelettrofonica.com

CONDIVIDI
Chiara Ciolfi
Chiara Ciolfi (Roma, 1987) è laureanda in Storia dell’Arte presso l’Università di Roma La Sapienza. Si interessa di arte contemporanea in tutte le sue forme, con un accento particolare sull’editoria e le riviste di settore. Ha collaborato con Exibart dal 2008 al 2011 fino all’avvento dell’ “era Artribune”. Attualmente sta costruendo il suo percorso tra stage e collaborazioni con fondazioni orientate alla ricerca (Nomas Foundation) e gallerie collaudate (Gagosian Gallery), con il sogno di farne un lavoro vero.