Ossessione consumo. In forma di urban art

Natura e cultura. Piante e brand. Per simboleggiare l’eterna lotta tra uomo e ambiente. E l’opposizione tra il superfluo e l’essenza. Lo street artist francese Ludo atterra a Roma, negli spazi di Wunderkammern, fino al 18 febbraio.

Ludo, Nature's Revenge, lavorazione della mostra presso Wunderkammern, Roma 2012

Pungente come le api che disegna. Ludo, giovane francese esperto di “urban art”, arriva così agli occhi di chi guarda le sue opere, come un artista irriverente pronto a schierarsi contro le violenze che l’uomo compie contro se stesso e il mondo in cui vive. In Nature’s Revenge, la sua prima personale italiana (ma sui muri i suoi interventi si potevano già vedere, a Roma ad esempio), Ludo rielabora il linguaggio della pubblicità contemporanea prendendosene gioco e svelandone la sottile ma aggressiva capacità consolatoria che spinge il cittadino-consumatore all’assuefazione.

Piante, insetti e brand di fama mondiale prendono spazio e corpo nelle tele e nelle sculture, in un alternarsi di grigio e verde acido che mostra sorprese inquietanti e mette a nudo i messaggi cifrati nascosti nella società iper-mediatizzata. Quasi un manifesto, il suo, contro l’umana smania di grandezza. Quasi una speranza nella possibile, futura vendetta della natura. In ogni caso, un ponte: tra l’essenza delle cose e l’insopprimibile superfluo globalizzato.

Marzia Apice

Roma // fino al 18 febbraio 2012
Ludo – Nature’s Revenge
WUNDERKAMMERN
Via Gabrio Serbelloni 124
06 45435662
[email protected]
www.wunderkammern.net


CONDIVIDI
Marzia Apice
Marzia Apice, romana, si è laureata nel 2002 al Dams di Roma Tre con una tesi in Storia e Critica del Cinema. A partire dal 2003, anno di iscrizione all'ordine dei giornalisti del Lazio, ha lavorato come giornalista free lance presso numerose testate dedicate alla cultura, tra cui quelle degli editori Mondadori Electa e Baldini Castoldi Dalai, occupandosi sia sul web che sulla carta stampata di cinema, arte e teatro. Nel contempo, si è dedicata all'attività di editor per alcune case editrici, e ha curato l'ufficio stampa per diversi eventi culturali. A maggio 2009 ha pubblicato con l'editore Bibliopolis il saggio "Le visioni di Pasolini. Immagini di una profezia". Attualmente è caporedattore del quotidiano web www.4arts.it e collabora a progetti legati alla diffusione della cultura in contesti sociali disagiati. Inoltre, per conto della società Aram Edizioni srl, di cui è socia, organizza e promuove eventi legati alla cultura e allo spettacolo.