Keep calm & enjoy. Tre app per rilassarsi

Un po’ di tempo libero, magari in coda al supermercato o seduti sulla metropolitana? A seconda del livello di stanchezza, vi suggeriamo tre scacciapensieri. Fra quiz, architetture impossibili e musica mozartiana.

Mozart’s Dice Game
Mozart’s Dice Game

THE MCMANUS
Quiz sull’arte a firma della McManus Dundee’s Art Gallery and Museum. Con un tempo limitato per rispondere alle domande, si offre come “companion” alla visita della galleria: se l’utente riesce a ottenere un buon punteggio nel quiz può ricevere immediatamente un regalo o uno sconto allo shop del museo. Ispirata da un’app analoga lanciata nel 2012 alla Tate Britain, non più disponibile per il download ma su cui potete ancora documentarvi online, ha avuto un grande successo, diventando un caso da approfondire. Sposta infatti su un altro livello il concetto di guida interattiva, abbattendo le repliche del catalogo cartaceo che ha come unica interattività, magari, puntare un codice QR per vedere la tag completa dell’opera. Permette anche la fruizione da casa, ma i regali ve lo dovrete andare a prendere di persona.

www.mcmanus.co.uk
costo: free
piattaforme: iPhone, iPad e iPod touch

Monument Valley
Monument Valley

MONUMENT VALLEY
Fra le tante storielle sulla categoria professionale: per l’ingegnere 2+2 fa 4, per l’architetto 2+2 fa sempre 4, ma gli dispiace. La leggendaria Monument Valley permette di ovviare al dispiacere di non poter costruire liberamente nello spazio e dover soggiacere a piani regolatori vari o a noiose leggi della fisica. Apple Design Winner per l’anno 2014, creata nel 2013, si è arricchita di nuovi livelli creativi. Permette di creare architetture impossibili ma plausibili, con una grafica spettacolare e ipnotica. La silenziosa principessa Ida deve essere guidata a visitare monumenti misteriosi, scoprire passaggi segreti, dipanare illusioni ottiche per arrivare a scoprire i misteriosi “coronati”. Un puzzle, un gioco creativo, un mondo virtuale in grado di aprire nuovi orizzonti per tutti, architetti e non.

www.monumentvalleygame.com
costo: a partire da € 3,59
piattaforme: iPhone, iPad, iPod touch, Android

Mozart’s Dice Game
Mozart’s Dice Game

MOZART’S DICE GAME
Questa app è un generatore tascabile di musica mozartiana, che permette, attraverso la combinazione dei dadi, di poter “generare” trii o minuetti basandosi su 272 differenti partiture. Per comporre un minuetto bisogna lanciare i due dadi per il numero di battute che si vogliono ottenere, per il trio basta un solo dado, sedici o undici misure, quelle delle due diverse forme musicali. Il numero delle composizioni possibili è strabiliante, arrivando a undici alla 16esima potenza, o sedici alla 16esima potenza, quindi non rischiate di annoiarvi o di ripetervi. E se mai vi dovesse capitare, c’è un pulsante “random” che permette di creare qualcosa senza lanciare i dadi. L’app è nuova ma il gioco è stato inventato dallo stesso Mozart con il titolo Musikalisches Würfelspiel, pubblicato l’anno dopo la sua morte, nel 1792.

www.dicegame.rodskagg.com
costo: $ 0,99
piattaforme: iPhone, iPad e iPod touch

Simona Caraceni

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #23

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

CONDIVIDI
Simona Caraceni
Simona Caraceni, giornalista pubblicista, si occupa di nuove tecnologie e multimedialità dal 1994, fondando con Pier Luigi Capucci NetMagazine poi MagNet, la prima pubblicazione elettronica in Italia. Ha insegnato all'Università di Bolzano, Macerata, Firenze, lo IED e la NABA di Milano, il DAMS ed il Dipartimento di Informatica dell'Università di Bologna, ed in numerosi corsi di aggiornamento professionale. Come attività di ricerca fa parte del Planetarium Collegium, il network internazionale di studiosi, artisti e docenti che approfondiscono il rapporto fra arte e tecnologie. E' M. Phil. in Technology e Ph.D. Researcher in Aesthetics and Technology per il Planetary Collegium (University of Plymouth). Membro ICOM, fa parte dell'Executive Board di AVICOM ed è Coordinatore della Commissione Audio-Visivi e Nuove Tecnologie di ICOM Italia. Nell'ambito della ricerca applicata si occupa di "musei virtuali", augmented reality, didattica tramite le nuove tecnologie e interaction design.