Nuove Pratiche Fest, arriva a Palermo il festival dedicato alle imprese creative del Sud Italia

A Palermo si torna a parlare di innovazione sociale e culturale in occasione di Nuove Pratiche, manifestazione che quest’anno, con la collaborazione di Fondazione Fitzcarraldo, punta i riflettori sui festival, parlando delle potenzialità e dell’impatto che essi hanno sul territorio

Cre.zi. Plus, Palermo
Cre.zi. Plus, Palermo

Arte e innovazione sociale, economia culturale e promozione del territorio: su questi elementi puntano tante startup, associazioni e imprese creative italiane del settore che operano per la valorizzazione dei patrimoni materiali e immateriali di diverse aree geografiche del Paese, favorendo l’inclusione sociale. Alle buone “pratiche” portate avanti dalle imprese creative è dedicato Nuove Pratiche Fest, l’unico festival al Sud Italia per l’innovazione sociale e culturale che anche quest’anno si svolgerà a Palermo – tra gli spazi del Goethe-Institut e quelli di Cre.zi. Plus, il nuovo hub creativo ai Cantieri Culturali alla Zisa –, dal 23 al 24 marzo. Il Paese dei festival è il tema che verrà approfondito durante la quarta edizione di Nuove Pratiche, attraverso workshop e tavole rotonde, laboratori e gruppi di lavoro in cui saranno chiamati a confrontarsi a Palermo le più interessanti realtà del Sud Italia che stanno sperimentando pratiche innovative nell’organizzazione di festival culturali. Ideato e progettato da CLAC e Pescevolante, Nuove Pratiche è anche il luogo deputato per il lancio della nuova edizione di Artlab. Territori, Cultura, Innovazione, la piattaforma indipendente italiana dedicata all’innovazione delle politiche, dei programmi e delle pratiche culturali promossa da Fondazione Fitzcarraldo.

IL FESTIVAL CHE PARLA DI FESTIVAL

“Quanto dura un festival?”, “rimane un evento effimero o diventa il “baricentro” del calendario di una comunità e di un territorio?”, “quale cultura diffondono i festival culturali?”, “quali sono le forme della partecipazione?”, “qual è la cultura del lavoro dei festival culturali, tra volontariato gratuito e stagionalità?”, “su cosa si basa la sostenibilità dei festival di fronte alla contrazione del sostegno pubblico?” sono alcune delle riflessioni e delle domande a cui Nuove Pratiche Fest proverà a rispondere, attraverso il coinvolgimento delle realtà che, proprio attraverso i festival, stanno sperimentando nuove forme di pratiche culturali. “I festival sono un fenomeno chiave del panorama culturale italiano e hanno un forte impatto sull’economia e sull’identità di interi territori”, spiegano i curatori di Nuove Pratiche Cristina Alga e Andrea Libero Carbone. “Nuove Pratiche è un’occasione per confrontarsi a Palermo con le realtà che stanno sperimentando pratiche innovative e trasformative nell’ideazione e nell’organizzazione di manifestazioni culturali. La nostra idea di festival è che non siano eventi effimeri, ma laboratori di creazione di comunità operose e partecipi, strumenti di altre economie, sostenibili e rispettose del lavoro”.

IL PROGRAMMA E LA PARTECIPAZIONE DI FONDAZIONE FITZCARRALDO

Se nei giorni precedenti si sono svolti alcuni workshop a porte chiuse riservati ai festival selezionati nell’ambito del progetto Paese dei festival dal titolo Strumenti di analisi e percorsi di audience development, il 23 marzo sarà la volta della presentazione di Artlab, piattaforma dedicata all’innovazione delle politiche culturali a cura di Fondazione Fitzcarraldo. Per l’occasione, è previsto un workshop mattutino dal titolo Festival tra innovazione e sperimentazione, a cui è possibile partecipare iscrivendosi sul sito nuovepratiche.it. Le riflessioni maturate durante il workshop saranno oggetto di dibattito durante la sessione plenaria pomeridiana Italia “Paese dei festival: quale cultura, quale partecipazione, quale lavoro?, a cui parteciperanno Ugo Bacchella, presidente di Fondazione Fitzcarraldo, Michelina Borsari, cofondatrice del Festivalfilosofia, Antonella Agnoli, assessore alla cultura del Comune di Lecce e Marco Cassini, curatore dello spazio Superfestival del Salone del Libro di Torino. Il 24 marzo i festival invitati a Nuove Pratiche si presenteranno al pubblico con un programma culturale a loro cura, aprendosi al confronto e al dibattito con i partecipanti. I festival che si “racconteranno” saranno il Cufù Festival (Castrofilippo – Agrigento), l’Eruzioni Festival (Ercolano), il Festival della Letteratura Mediterranea (Lucera – Foggia), La Digestion (Napoli), L’Isola delle Storie, Festival letterario di Gavoi (Gavoi – Nuoro), MainOFF (Palermo), Sicilia Queer Filmfest (Palermo); Valdemone Festival (Pollina – Palermo). A questo link è possibile consultare il programma completo del festival e trovare informazioni su come iscriversi ai workshop.

– Desirée Maida

www.nuovepratiche.it

Evento correlato
Nome eventoNuove Pratiche Fest
Vernissage21/03/2018
Duratadal 21/03/2018 al 24/03/2018
Generefestival
Spazio espositivoCANTIERI CULTURALI ALLA ZISA
IndirizzoVia Paolo Gili 4 - Palermo - Sicilia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.