Francesco Jodice in Svizzera. Al Fotomuseum Winterthur la prima retrospettiva internazionale

Il cinquantenne fotografo e film-maker napoletano presenta un corpus di 6 progetti: fra evoluzione territoriale delle metropoli e mare Mediterraneo

Storie, luoghi e epoche storiche si intersecano, sottoponendo interrogativi di natura sociologica al mondo urbanizzato”. Dove? Nelle opere che il fotografo e film-maker Francesco Jodice (Napoli, 1967) espone in Panorama, la sua prima retrospettiva internazionale appena inaugurata in Svizzera, al Fotomuseum Winterthur. Di tutto l’insieme delle opere di Jodice vengono presentati 6 progetti: dall’atlante fotografico iniziato nel 1996, What We Want, dove viene rappresentata l’evoluzione territoriale di 150 metropoli e luoghi periferici, fino a Solid Sea, progetto realizzato grazie alla cooperazione con il Collettivo Multiplicity e presentato per la prima volta a documenta 11, nel 2002. Mostra visibile fino a maggio, qui un po’ di immagini…

Fino al 7 maggio 2017
Fotomuseum Winterthur
Grüzenstrasse 44 + 45 – CH-8400 Winterthur (Zurich)
www.fotomuseum.ch

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.