Giuseppe Stampone al PortoFluviale, ecco le immagini dallo spazio all’Ostiense, la Wynwood romana. Dopo Mariangela Levita e Flavio Favelli, è lui il protagonista del progetto Skin Taste

Print pagePDF pageEmail page

Giuseppe Stampone, Skin Taste, PortoFluviale, Roma (foto Tommaso De Dona)

Giuseppe Stampone, Skin Taste, PortoFluviale, Roma (foto Tommaso De Dona)

Al ristorante, chez Giuseppe Stampone. Nell’area del Porto Fluviale, presso l’omonimo bistrot, nella Wynwood di Roma, in cui imperversano i graffiti di Blu, a Ostiense, torna il progetto Skin Taste, a cura di Adriana Rispoli, che nelle scorse edizioni ha invitato a partecipare Mariangela Levita e Flavio Favelli. Dopo un’interruzione di un anno, per il 2016 è per Stampone l’invito a reinterpretare dal 1 marzo la “pelle del luogo”. Mentre Favelli aveva costruito una squadra di calcio impossibile, lavorando con l’iconografia delle figurine, la Levita aveva reinterpretato la facciata con le geometrie che caratterizzano da sempre il suo lavoro. Stampone, fedele a sé stesso, invece, recupera le immagini iconiche della cultura popolare e le ricolloca negli spazi deputati all’allestimento, con grandi manifesti campeggianti sulla facciata del PortoFluviale.
I loghi delle mayor cinematografiche, a soli due giorni dalla notte degli Oscar, da Paramount a Metro Goldwyn Mayer, da Warner Bros a Columbia, conosciuti e riconoscibili da chiunque vengono “rubati” dalla rete e dalla memoria e ridisegnati con le chine ormai classiche dell’artista. Ma a che pro? Nella Roma della Grande Bellezza, ormai diventata set cinematografico che riflette un passato antico riformulato da uno sguardo esterno, le immagini di Stampone, mentre i cinema chiudono e le vecchie glorie declinano, fungono – fino al 5 giugno – da ammonimento denunciando la decadenza della Capitale e del Paese da cartolina, imprimendolo metaforicamente nei suoi manifesti. Tutte le immagini nella fotogallery…

Santa Nastro

www.portofluviale.com

 

 

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community
  • Whitehouse Blog

    Non pensate subito ad un commento di critica a Giuseppe Stampone. Mi sembra più interessante guardare quello che chiede la committenza: una soluzione di decoro e arredo urbano. Poi le bic famose sono quelle di Alighiero Boetti (arte povera anni 60), mentre i frame sono quelli di un lavoro video di Ra di Martino. Mi viene in mente anche il recente lavoro di Cibic per le Torri della TIM, per presentare il nuovo logo. Ecco che l’artista viene costretto a diventare un “vetrinista di lusso”. Vorrei fare una domanda, ma da dove emerge la decadenza della Capitale da queste immagini?

    • Claudia tobias

      Dal tuo idolo luca Rossi che tanto ti ha difeso Giacinto di Pietrantonio guarda e impara cosa scrive di quel genio di stampone altro che Ra di Martino; sei troppo rosico e e mediocre artista fallito .
      http://www.artribune.com/2012/05/un-terno-allarte/

      • Stampino

        Stampone vetrinista di lusso e commentatore anonimo! Chiama Caliandro per fare critica come fraternità! Ahahah

        • Luca Rossi

          Luca Rossi rosicone di lusso e commentatore anonimo! Chiama Giacinto di Pietrantonio per farti spiegare la genialità di Stampone! Ahahah
          http://www.artribune.com/2012/05/un-terno-allarte/

          • Whitehouse Blog

            Caro Giuseppe, la tua autodifesa scomposta non regge. Usi la bic riproponendo una tecnica poverista intuita da Boetti, e non solo, in modalità molto più raffinate e misurate. Di Pietrantonio e Caliandro possono dire quello che vogliono. Per lo più partecipi ad una sorta di “artigianato dell’arte moderna” (come molti tuoi colleghi) e disattendendi (come molti tuoi colleghi) quelli che dovrebbero essere i valori della contemporaneità e dell’arte del nostro presente. Che senso ha proporre grandi disegni come decoro urbano? Tanto vale metterci delle bellissime pubblicità. Dove sta il riferimento alla decadenza della città di Roma? Come fai a non vedere che queste disegni sono accessori, sono “cagnolini da compagnia” per attirare qualche denaro e per far fare aperitivo al loro cospetto? Queste pratiche artistiche mi lasciano del tutto disinteressato, sono una forma di decoro marginale dove l’arte dimostra la sua totale incapacità di dialogare con il presente.

    • Lisa de Remigio

      ” Da qualche anno la penna bic è intensamente utilizzata anche da Giuseppe Stampone per realizzare i suoi abbecedari: si tratta di un alfabeto di lettere, parole e immagini corrispondenti, che però Stampone realizza in maniera paradossale con le proprie mani. Così facendo, mette insieme la sapienza manuale alla Fabre con quella concettuale alla Boetti, finendo per collocarsi nel punto mediano di questa trinità dell’arte.”Giacinto di Pietrantonio da Artribune .

      • Carlo Giunti

        Per favore….

    • Luca Arcobaleno

      E via di bannerino su Artribune, e poi foto di Stampone e l’amica Helga Marsala. Queste dinamiche sono in piccolo quello che avviene in grande per mafia capitale. Non ve ne rendete conto? Con opere totalmente spuntate e decorative….

      • Caterina Porcellini

        Lei si rende conto che queste insinuazioni sono diffamanti – oltre che piuttosto azzardate, visto che non corrispondono ai processi di lavoro interni alla redazione? Bene, l’importante è rendersene conto, nel caso fosse chiamato a rendere conto delle sue affermazioni.

        • Scoop giornalistico

          Caterina non faccia finta di nulla! Sappiamo che lei è anche peggio: lei in realà nel giro della mafia è conosciuta come la vedova cremisi! lei ha ucciso sette mariti dopo avergli prosciugato i conti bancari! e dopo questa prodezza è stata assoldata come sicaria del clan bellovento e ha ucciso tre preti due chirichetti e quindici sindaci. non faccia l’innocente e si costituisca invece :))))))

          • Carlo de Angelis

            Maleducato maschilista come ti rivolgi ad una donna ? Educazione per favore un uomo che si permette di parlare in modo così brutto non può avere la sensibilità né per creare cose belle né per giudicare cose interessanti, un uomo così è capaci solo di rendere più brutto e meno interessante il nostro meraviglioso mondo dell’arte .

          • Scoop giornalistico

            Guarda caro De Angelis il mio commento paradossale naturalmente nasconde un profondo afflato antifemminista. Te comunque so benissimo chi sei , sei quello che ha ammazzato David Bowie.

  • Luana rama
  • Arianna de luca

    Tu rappresenti in modo perfetto il Tipico rosico è fallito depresso Made in Italia; ma come vi sentite artistell falliti costretti a nascondervi dietro falsi nomi? La notte quanto dormite male quando pensate che c’è tanta gente nel mondo che stima e ama Stampone e di voi non conoscono nemmeno il vostro nome. Stampone è in collezioni internazionali e musei che voi neanche con 10 vite parallelo raggiungerete mai, l’ho amano capite; direttori di musei,fondazioni,collezionisti artisti internazionali ( vedere Bio prego ). Buona serata talpe e topini non sprofondate nella merda delle fognie in cui vivere. Finché non avrete il coraggio di mettere la faccia per quello che scrivete nessuno vi prenderà mai in considerazione. Viva il genio di Stampone grazie di esistere e di deliziare questi comuni mortali senza nome e dignità.

    • rasoio

      Ma dai non esagerare adesso.
      Non è un brutto lavoro ma non è neanche eccezionale.
      è un pò prevedibile dai

      • Maurizio sciarra

        No, non sono per nulla convinto; anzi il suo lavoro è super fico, ironico, paraculo,cavolo almeno non è un tipico artistello depresso che piange ed elemosina qualche mostricina e venditina da ovetto kinder, viva il maestro stamp1 .

      • Francesco crescia

        condivido pienamente il pensiero di Arianna; una persona che si firma rasoio ma che cazzzzz di nome è? Quindi copio ed incollo;

        Tu rappresenti in modo perfetto il Tipico rosico è fallito depresso Made in Italia; ma come vi sentite artistell falliti costretti a nascondervi dietro falsi nomi? La notte quanto dormite male quando pensate che c’è tanta gente nel mondo che stima e ama Stampone e di voi non conoscono nemmeno il vostro nome. Stampone è in collezioni internazionali e musei che voi neanche con 10 vite parallelo raggiungerete mai, l’ho amano capite; direttori di musei,fondazioni,collezionisti artisti internazionali ( vedere Bio prego ). Buona serata talpe e topini non sprofondate nella merda delle fognie in cui vivere. Finché non avrete il coraggio di mettere la faccia per quello che scrivete nessuno vi prenderà mai in considerazione. Viva il genio di Stampone grazie di esistere e di deliziare questi comuni mortali senza nome e dignità.

        • Rasoio

          Ma guarda , questa storia dell’invidia rosicona l’ho giá sentita , vedo che anche gli estinatori di Stampone non sono certo degli originali. I commenti dei suoi difensori rivelano la povertá intelettuale della sua cerchia, poche motivazioni ragionate e qualche banalitá. Non conosco di persona Stampone e non ho nulla contro di lui , fa un lavoro che puó pure risultarmi simpatico na dietro non ci
          Trovo nessuna idea originale se non una semplice traslitterazione di immagini confezionate ma senza ulteriori commenti senza la capacitá di darle davvero un nuovo contesto. Insomma si prende e si rifá e questo basta. Sono cose giá viste, non c’è davvero la sorpresa di un lavoro complesso e profondo. Del suo curriculum non me ne importa molto: avendo poco da dire il suo lavoro è normale che circoli di più di chi difende quello che pensa e di chi fa opere più impegnative da trasportare.

          • Claudia di Giammatteo

            Contento tu, il mio non voleva essere un attacco personale . Imbocca al Lupo per tutto, ti auguro tutto quello che meriti, ma se posso permettermi inizia a mettere il tuo nome e fare vedere cosa fai e cosa pensi del tuo mondo lascia perdere il resto è solo del tempo che toglie al tuo mondo .

          • rasoio

            Ma scusa, perchè no?Attaccami pure personalmente e scrivi pure che sono un’assassino o un prosseneta scrivimi tutti gli insulti che vuoi , che ho ammazzato sette mogli, che vuoi che me ne importi? Io ti ho chiesto un’argomentazione e mi fai gli auguri?quante volte te lo devo ripetere? Ma sei sicura di capire quello che gli altri scrivono? Che vuoi che mi freghi di quello che tu pensi di come perdo il mio tempo? io ti chiedo un’argomentazione compiuta sullo specifico dell’artista in questione. E ancora non la vedo! Né da te, nè da altri. Tu dici che Dio esiste perchè te l’ha detto un amico che ha visitato il paradiso: queste sono le tue argomentazioni più raffinate. L’asso nascosto dopo la solita litania dell’invidia eccetera.

          • rasoio

            Caterina Porcellini se lei è qui la prego cancelli uno dei miei questi miei due interventi uguali altrimenti penseranno che ho fatto copia e incolla e invece c’è stato un problema di connessione. mi raccomando altrimenti dico a tutti che è lei che ha ammazzato Nancy Reagan.

          • Caterina Porcellini

            Procedo, ci manca solo che venga accusata di omicidio più volte nello stesso thread di commenti… qualcuno finirebbe per crederci! :D

          • rasoio

            Ma scusa, perchè no? se ti può piacere Attaccami pure personalmente e scrivi pure che sono un’assassino o un prosseneta scrivimi tutti gli insulti che vuoi , che ho ammazzato sette mogli, che vuoi che me ne importi? Io ti ho chiesto un’argomentazione e mi fai gli auguri?quante volte te lo devo ripetere? Ma sei sicura di capire quello che gli altri scrivono? Che vuoi che mi freghi di quello che tu pensi di come perdo il mio tempo? io ti chiedo un’argomentazione compiuta sullo specifico dell’artista in questione. E ancora non la vedo! Né da te, nè da altri. Tu dici che Dio esiste perchè te l’ha detto un amico che ha visitato il paradiso: queste sono le tue argomentazioni più raffinate. L’asso nascosto dopo la solita litania dell’invidia eccetera.

        • Caterina Porcellini

          Se vuole esprimere il suo pensiero in modo nuovo, faccia pure. Ho cancellato il commento di Arianna – e quindi la seguente citazione – perché attacchi e insulti alla persona non sono tollerati, indipendentemente dalle parti in causa. Grazie! :)

          • Whitehouse Blog

            Condivido Caterina. La cosa incredibile è come nei commenti non si riesca a rimanere sul merito delle opere esposte e delle dinamiche da commentare.

  • Claudia di Giammatteo

    Scusami se mi permetto ma non riesco a non scrivere quello che penso; sono mesi che avevo voglia di farlo ma non èro del tutto convinto, volevo aspettare l’ennesima volta.
    Mi spiego: ormai in politica siamo abituati ad usare il populismo, a gettare merda, criticare è diventato il mestiere che meglio riesce ai politichesi, pensate a Grillo o a Salvini e prima ancora a Di Pietro…potrei andare avanti per ore, in Italia c’è crisi ma di chi è la colpa della crisi? Sempre di qualcun altro, a questo punto mi chiedo: ma perché anche voi (i soliti ignoti, intendo ignoti nel senso di senza nomi e quindi senza identità) continuate a preoccuparvi di persone che non stimate? Perché perdete il vostro tempo (il tempo è prezioso) a criticare artisti a cui non siete interessati? (qui mi sorge il dubbio, da malignino, e mi correggo) ma perché criticate sempre quelli che le cose le fanno? Detto questo, e prendendo per buona la vostra buona fede di generosità verso il mondo vi pongo un’altra domanda: ma perché invece di criticare in modo banale e ripetitivo senza forma mentis, troppo facile attaccarvi sulla vostra incapacità critica e di analisi ma è anche giusto che il livello sia questo perché non essendo critici o curatori o intellettuali o ricercatori e neanche artisti riconosciuti, né galleristi professionisti né direttori di musei collezionisti pubblici o direttori di fondazioni, ma insomma cosa siete per poter parlare ed avere un minimo di credibilità? Ah dimenticavo siete quelli degli account senza nome reale…Adesso vi ho provocato perché tutto sembra irreale e vi rendete ridicoli e un po venite giudicati come rosiconi.
    Questo è quello che pensavo fino a poco tempo fa ma da questa settimana come zarathustra ho avuto un’illuminazione, mi spiego meglio ;
    Ma non è che siete parte integrante della stessa giostra? Perché ogni volta che certi artisti fanno qualcosa subito si apre il dibattito e tutti scrivono, come nel caso di Stampone, Tosatti, ecc…gente le cose le fa spesso ( per non citare Arena oppure Marinella Senatore o chiunque altro ) ma quanta pubblicità gratuita ci fate? Sono sempre gli articoli più cliccati, più visitati, con cui la gente si relaziona: Luca bianco o rasoio rosso o chiunque altro ma non è che siete sul libro paga di queste lobbies? Mi viene da pensare, può essere anche che mi sbagli, e sono pronto a tornare sui miei passi, ma fatemi capire sopratutto cosa fate voi e perché devo starvi a sentire quando di voi non ho mai visto nulla, neanche il vostro nome, mentre questi sono artisti che vivono di arte, fanno fiere e mostre in Italia e all’estero e sopratutto fanno di professione gli artisti e vivono di arte. Voi come fate a campare? Suppongo facciate, giustamente, e per fortuna vostra altri mestieri, e allora perché parlate di cose di cui non avete forma mentis? Scusate, parlateci della vostra professione, per cui avete studiato e che vi dà da mangiare. gIl problema oggi è che quando si parla di arte e di sport in Italia sono tutti esperti, ma l’arte non è soggettiva, è oggettiva. Aspetto in futuro un bel testo nuovo ed interessante, che mi faccia capire qualcosa di nuovo e non le solite lagne di bambini viziati che vogliono un giocattolo che non hanno e quindi si mettono a piangere. Iniziate con il mettere la vostra faccia e il vostro nome così forse la gente e il mondo dell’arte vi inizieranno a conoscere per quello che siete.

    • Rasoio

      il problema di forma mentis ce l’hai tu cara Claudia perchè non entri nel concreto del contendere. Nel tuo lungo intervento hai sprecato tante inutili righe per dire per l’ennesima dico ennesima volta che: chi critica critica sempre e comunque, e chi critica è un invidioso, e chi è criticato fa le mostre e fa le opere.
      Dimmi te se sei riuscita a dire qualcosa più di questo.
      Non sei riuscita a dare nessuna nuova chiave di lettura per farci apprezzare il lavoro discusso. non ci hai spiegato perchè ti piace.
      Io non prendo soldi da nessuno, Stampone non lo conosco e molto spesso lodo diversi artisti oltre che criticarne altri.
      Che mi risponderesti se io ti dicessi che sei tu semplicemente poco obiettiva perchè magari sei un’amica o una conoscente di Stampone e che gli amici nostri sono sempre i migliori artisti? che gli amici nostri sono sempre davvero bravi?
      è davvero desolante il livello degli estimatori di Stampone: sarei lieto di sbagliarmi sulla pessima opinione che ho di tanta arte che si vede oggi in giro ma le vostre argomentazioni o l’assenza delle stesse mi confermano che attorno a questo artista, che ho già definito non disprezzabile, ci sia ben poco se non qualche solidarietà d vicinato

      • Claudia di Giammatteo

        Mi arrendo bandiera bianca, hai dimostrato quello che pensavo di tutti voi; solo per la cronaca non conosco Stampone, Tosatti o Arena conosco molto bene il sistema internazionale e vivo fuori dall’Italia il mio è solo un piccolo punto di vista di una persona curiosa delle cose belle della vita.
        La cosa strana che poi sono andato a vedermi i siti di alcuni di questi artisti e posso dirti che Stampone – di cui mi aveva parlato Michelangelo Bendandi a Londra durante Frieze ( lui ne è il responsabile della comunicazione ex Lisson Gallery ) -mi piace molto e voglio approfondirlo. Quindi ho capito che alla fine qualsiasi esperienza che apparentemente sembra vuota e senza contenuto, se fatta con coscienza, da sempre qualcosa. Comunque per essere di nuovo chiara di ciò che pensò di persone che non danno soluzioni o visioni ma nascondono il proprio fallimento dietro a spidi nomi, copio e incollo quello che ho scritto sopra:
        Scusami se mi permetto ma non riesco a non scrivere quello che penso; sono mesi che avevo voglia di farlo ma non èro del tutto convinto, volevo aspettare l’ennesima volta.
        Mi spiego: ormai in politica siamo abituati ad usare il populismo, a gettare merda, criticare è diventato il mestiere che meglio riesce ai politichesi, pensate a Grillo o a Salvini e prima ancora a Di Pietro…potrei andare avanti per ore, in Italia c’è crisi ma di chi è la colpa della crisi? Sempre di qualcun altro, a questo punto mi chiedo: ma perché anche voi (i soliti ignoti, intendo ignoti nel senso di senza nomi e quindi senza identità) continuate a preoccuparvi di persone che non stimate? Perché perdete il vostro tempo (il tempo è prezioso) a criticare artisti a cui non siete interessati? (qui mi sorge il dubbio, da malignino, e mi correggo) ma perché criticate sempre quelli che le cose le fanno? Detto questo, e prendendo per buona la vostra buona fede di generosità verso il mondo vi pongo un’altra domanda: ma perché invece di criticare in modo banale e ripetitivo senza forma mentis, troppo facile attaccarvi sulla vostra incapacità critica e di analisi ma è anche giusto che il livello sia questo perché non essendo critici o curatori o intellettuali o ricercatori e neanche artisti riconosciuti, né galleristi professionisti né direttori di musei collezionisti pubblici o direttori di fondazioni, ma insomma cosa siete per poter parlare ed avere un minimo di credibilità? Ah dimenticavo siete quelli degli account senza nome reale…Adesso vi ho provocato perché tutto sembra irreale e vi rendete ridicoli e un po venite giudicati come rosiconi.
        Questo è quello che pensavo fino a poco tempo fa ma da questa settimana come zarathustra ho avuto un’illuminazione, mi spiego meglio ;
        Ma non è che siete parte integrante della stessa giostra? Perché ogni volta che certi artisti fanno qualcosa subito si apre il dibattito e tutti scrivono, come nel caso di Stampone, Tosatti, ecc…gente le cose le fa spesso ( per non citare Arena oppure Marinella Senatore o chiunque altro ) ma quanta pubblicità gratuita ci fate? Sono sempre gli articoli più cliccati, più visitati, con cui la gente si relaziona: Luca bianco o rasoio rosso o chiunque altro ma non è che siete sul libro paga di queste lobbies? Mi viene da pensare, può essere anche che mi sbagli, e sono pronto a tornare sui miei passi, ma fatemi capire sopratutto cosa fate voi e perché devo starvi a sentire quando di voi non ho mai visto nulla, neanche il vostro nome, mentre questi sono artisti che vivono di arte, fanno fiere e mostre in Italia e all’estero e sopratutto fanno di professione gli artisti e vivono di arte. Voi come fate a campare? Suppongo facciate, giustamente, e per fortuna vostra altri mestieri, e allora perché parlate di cose di cui non avete forma mentis? Scusate, parlateci della vostra professione, per cui avete studiato e che vi dà da mangiare. gIl problema oggi è che quando si parla di arte e di sport in Italia sono tutti esperti, ma l’arte non è soggettiva, è oggettiva. Aspetto in futuro un bel testo nuovo ed interessante, che mi faccia capire qualcosa di nuovo e non le solite lagne di bambini viziati che vogliono un giocattolo che non hanno e quindi si mettono a piangere. Iniziate con il mettere la vostra faccia e il vostro nome così forse la gente e il mondo dell’arte vi inizieranno a conoscere per quello che siete.

        • Rasoio

          Ti ho invitato a spiegarmi perchè il lavoro di Stampone ti interessa o perchè tu lo ritieni valido. Mi hai risposto ripetendo invece le stesse cose di prima aggiungendo di un tuo conoscente che apprezza Stampone e che frequentate Frieze. Malgrado tu frequenti Frieze non sei peró in grado di argomentare le tue preferenze, mi pare.
          Io qualcosa su Stampone l’ho detta, aspetto ancora un commento sullo specifico. Ma scusatemi, ma quanti anni avete? Mi sembra di parlare con degli studenti fuori corso.

  • artriste

    Bic, Fabbre poi Boetto e ora questo cartellone… da arte a pubblicità