Ave, Cesare! Ecco il trailer italiano del film dei fratelli Coen, che aprirà il prossimo Festival di Berlino

Ogni volta che girano un film è un evento, quando presiedono giurie di Festival come Cannes sono imprevedibili, saltano da uno stile all’altro con estrema disinvoltura e si può fare tutto meno che ignorarli

Print pagePDF pageEmail page

Se avete amato Fargo (1996), Il grande Lebowski (1998), Fratello dove sei? (2000), se ancora fate gli incubi sul compressore di Javier Bardem in Non è un paese per vecchi (2007) e quando vedete un hula hoop pensate a Tim Robbins, il trailer del prossimo film dei fratelli Coen vi farà sussultare. Sì, perché i due – Premi Oscar – di Minneapolis, appena finita la sceneggiatura (altro capolavoro) di Bridges of Spies per Steven Spielberg, hanno cominciato a girare un film dal titolo Ave, Cesare!, progetto cui hanno accennato la prima volta nel dicembre 2013, durante un’intervista per A proposito di Llewyn Davis.
Nessuno però poteva minimamente immaginare cosa ne sarebbe uscito fuori: il trailer, invece, lo lascia intuire. Il cast, guidato da Josh Brolin nei panni di un fixer nella Hollywood degli anni ’50, è composto da George Clooney (che così coi due registi conclude la Numskull Trilogy o “Trilogia dello zuccone”, con Fratello, dove sei? e Prima ti sposo, poi ti rovino), Tilda Swinton, Ralph Fiennes, Jonah Hill, Channing Tatum e, audite audite, Scarlett Johansson.
L’estratto video offre decisamente un assaggio appetitoso del film: dal tip tap di Tatum come Gene Kelly in Due marinai e una ragazza (1945) alla Johansson che riemerge dalla acque, perfetta come Ester Williams ne La ninfa degli antipodi (1952), e George Clooney che fa il verso ai Peplum di Cinecittà. D’altra parte, per apprezzare la bravura dei fratelli Coen non serve nemmeno essere cinefili assatanati, basta lasciarsi andare e farsi coinvolgere da ritmo e ironia.
Vedere per credere, in attesa di Berlino dove il film aprirà la kermesse l’11 febbraio.

– Federica Polidoro

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community