La prima volta non si scorda mai. Dustin Pevey a Napoli

Galleria Francesco Annarumma, Napoli – fino al 30 gennaio 2016. La città partenopea accoglie il giovane artista americano al suo debutto nel Belpaese. Un’interpretazione dell’immaginario collettivo in chiave pop.

Print pagePDF pageEmail page

Dustin Pevey, strange and unproductive thinking, 2015 - photo Danilo Donzelli

Dustin Pevey, strange and unproductive thinking, 2015 – photo Danilo Donzelli

Francesco Annarumma ospita Deep Ass Thoughts, prima personale in Italia di Dustin Pevey (Marfa, 1980). Tra il filone dell’espressionismo astratto e del pop americano (Tlccb; is this a matter of fact?) il giovane texano crea un medium unico. Pevey non teme e azzarda, partendo da una stampa digitale sulla quale opera a seguire con i pennelli, come negli incredibili otnoaminfhery e locked-in man. Fra le pastose pennellate di acrilico, i dettagli digitali emergono deliberatamente sotto forma di futuristici trompe l’oeil (strange and unproductive thinking). Il soggetto? La frantumazione dello stesso. Elementi dell’immaginario collettivo vengono riproposti, lacerati e ricostituiti, privati del nesso immagine-contenuto. Il linguaggio ordinario è alienato e il paradosso trionfa. La gagliarda sperimentazione di Dustin Pevey non si dimentica facilmente. La testa prova a ricomporre, e il cuore conserva, ciò che gli occhi vedono.

Eleonora Angela Maria Ignazzi

Napoli // fino al 30 gennaio 2016
Dustin Pevey – Deep Ass Thoughts
FRANCESCO ANNARUMMA
Via del Parco Margherita 43
081 0322317
[email protected]
www.annarumma.net

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/49846/dustin-pevey-deep-ass-thoughts/

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community