Eindhoven presenta i designer del futuro prossimo. In mostra, 141 talenti emergenti e i loro progetti sperimentali, dalla ceramica stampata in 3D al social design

Print pagePDF pageEmail page

Olivier van Herpt, Functional 3D Printed Ceramics, Eindhoven Design Academy, Graduation Show 2015

Olivier van Herpt, Functional 3D Printed Ceramics, Eindhoven Design Academy, Graduation Show 2015

Tra i più prestigiosi e rinomati istituti internazionali per la progettazione, la Design Academy di Eindhoven presenta, come di consueto, i suoi studenti freschi di laurea. Al Graduation Show, in corso sino al 25 ottobre, 141 giovani designer di talento propongono 153 progetti di varia natura, che affrontano le tematiche più disparate, ma sempre di estrema attualità.
Tra i segnalati, In Limbo Embassy di Manon van Hoeckel, che ha lavorato con un gruppo di immigrati le cui richieste di asilo sono state negate. Ha così pensato a una sorta di ambasciata per chi vive senza permesso di residenza; uno spazio di dialogo, di scambio culturale e anche di lavoro legale: i ritratti fotografici degli ambasciatori di questa speciale istituzione possono infatti essere venduti da chi non ha un permesso di lavoro, sotto la tutela che regola la libertà di stampa.
Gli altri progetti? Si va dalle ceramiche stampate in 3D, con macchinari in grado di colmare il gap tra manifattura artigianale e produzione meccanizzata, ideati da Olivier van Herpt; sino al social design di Alix Bizet, che parte da un’indagine sulle diverse tipologie di capelli come indicatori sociali e culturali, per sviluppare un progetto che vuole accogliere tutte le capigliature e gli stili, come premessa a una società che considera la diversità una risorsa e non un pericolo.

www.designacademy.nl

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community