A Torino la galleria Gagliardi Art System diventa Gagliardi e Domke. Nuovo socio di Dusseldorf, 200mq in più di spazio espositivo: mostra inaugurale dell’artista spagnolo Rómulo Celdrán

Print pagePDF pageEmail page

Veduta dell'atrio della galleria. In primo piano un'opera di Fabio Viale.Ph. Enzo Isaia. Courtesy Gagliardi e Domke, Torino

Veduta dell’atrio della galleria. In primo piano un’opera di Fabio Viale.Ph. Enzo Isaia. Courtesy Gagliardi e Domke, Torino

Gagliardi Art System nasce a Torino nel 2003, su iniziativa di Pietro Gagliardi (Alessandria 1944), nei centralissimi spazi sotto i portici di corso Vittorio Emanuele, per dedicarsi ai linguaggi della pittura, dei new media, della scultura e della Net Art, con un’attenzione per i giovani talenti nazionali e internazionali ancora in cerca di un mercato.

NUOVI SPAZI, IN TOTALE CIRCA 800 METRI QUADRI
Con il passare degli anni crescono gli artisti e le esigenze della galleria, così nel gennaio 2011 GAS cambia sede per offrire sempre più spazio a lavori di grande formato o di natura installativa. Si trasferisce in via Cervino negli spazi ex Sicme, dove sorgevano le acciaierie di proprietà della Fiat, area industriale oggi al centro di un ampio progetto di riqualificazione urbana che trova conferma anche dall’insediamento nelle vicinanze del MEF, Museo Ettore Fico. Questi spazi post-industriali sono imponenti perché si tratta di 700mq che comprendono magazzini, esposizione ed area produttiva. Ma non bastano e arriviamo ai giorni nostri: “Abbiamo appena finito di ristrutturare la galleria, aggiungendo più di 200 metri quadri di spazio espositivo, arrivando ad avere in tutto circa 800 metri quadri”, spiega Pietro Gagliardi,. “La collezione della galleria comprende circa 900 opere, prevalentemente di artisti della galleria. Molte opere in collezione sono multimediali, complesse, non è quindi possibile renderle visibili ad hoc. La nuova struttura ci permette di proporre al pubblico mostre alternanti e allo stesso tempo allestire parte degli spazi con opere della collezione. All’occorrenza facendo dialogare i vari allestimenti”.

NUOVO SOCIO, LINEA RINGIOVANITA
Ma gli spazi aggiuntivi non sono l’unica novità perché la galleria cambia anche nome, diventando Gagliardi e Domke, in seguito all’affiancarsi di Christian Domke (Dùsseldorf 1976) a Pietro Gagliardi nella direzione, con l’intento di proseguire nell’attività di ricerca e sostegno degli artisti e nella promozione della collezione della galleria. “L’ ingresso di Christian Domke, che ho conosciuto nel 2011 durante art moscow, è frutto della mia necessità di ringiovanire la galleria e porre le basi per poter portare avanti il lavoro svolto con entusiasmo negli ultimi 13 anni. Molti artisti della galleria hanno fatto con lei i loro primi passi e proseguono adesso con successo nella loro carriera ben avviata”. Molti i nomi confermati tra gli artisti di scuderia: Davide Coltro, Giuliana Cunéaz, Daniele D’Acquisto, Piero Fogliati, Glaser/Kunz, Fabio Viale e una new entry, lo spagnolo Rómulo Celdrán, che inaugura il nuovo corso della galleria con la mostra Macro. Zoom (con testo critico di Lorenzo Madaro) giovedì 24 settembre alle ore 18.

Claudia Giraud

www.gagliardiedomke.com

 

 

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community