Parole d’autore. Henri Cartier-Bresson a Vigevano

Scuderie del Castello, Vigevano – fino al 5 luglio 2015. Autori, scrittori e intellettuali commentano le foto di Cartier-Bresson in una mostra in cui si è voluto dare di più che le sole fotografie. Non sempre riuscendoci. Un’esposizione ammiccante nei confronti dei turisti venuti nel capoluogo lombardo per Expo e che la città lomellina spera almeno in parte di attirare.

Print pagePDF pageEmail page

Henri Cartier-Bresson, L’Isle-sur-la-Sorgue, Francia, settembre 1988  © Henri Cartier-Bresson - Magnum Photos - Contrasto

Henri Cartier-Bresson, L’Isle-sur-la-Sorgue, Francia, settembre 1988 © Henri Cartier-Bresson – Magnum Photos – Contrasto

La mobilitazione generale creatasi nella speranza di attirare più turisti possibili e per sfruttare al meglio il grande bacino di visitatori di Expo ha visto Milano e le zone limitrofe protagoniste di esposizioni e mostre d’ogni sorta. Anche nella più o meno lontana provincia, l’occasione dell’Esposizione Universale è parsa ghiotta. A Vigevano, luogo certo non rinomato nell’ambito delle mostre, dal 24 aprile si susseguono due mostre piuttosto consistenti su tre grandi protagonisti della fotografia come Henri Cartier-Bresson, Elliot Erwitt e Gianni Berengo Gardin.
Henri Cartier-Bresson. Immagini e Parole, mostra già proposta a Roma e alla Reggia di Caserta, presenta una serie di 44 fotografie correlate ad altrettanti commenti, racconti, osservazioni di grandi scrittori e intellettuali del calibro di Arthur Miller, Alessandro Baricco, Leonardo Sciascia, Milan Kundera. L’operazione è in realtà discutibile, proprio perché realizzata nei confronti di un fotografo così popolare e conosciuto, rischiando di dipingerlo in maniera ancor più banale di come già viene recepito.

Henri Cartier-Bresson, Ile de la Cité, Parigi, 1952 © Henri Cartier-Bresson - Magnum Photos - Contrasto

Henri Cartier-Bresson, Ile de la Cité, Parigi, 1952 © Henri Cartier-Bresson – Magnum Photos – Contrasto

Di fatto, però, le opere in mostra non presentano solo il Cartier-Bresson più noto e scontato, ma con un ampio raggio cronologico mostrano tutto il lavoro del celebre fotografo. La parte delle “parole” riesce a tratti: alcuni commenti e osservazioni non lasciano certamente folgorati, altri funzionano meglio, creando un bel cortocircuito con la fotografia. Le Scuderie del Castello di Vigevano incorniciano bene l’esposizione, mentre i pannelli blu scuro a cui sono appese le foto lasciano piuttosto perplessi, e stonano davvero con il bianco e nero delle foto.
Quella di Vigevano non è sicuramente la più esaustiva né la più bella mostra di Cartier-Bresson mai realizzata, e non aspira neanche a esserlo. L’operazione è piuttosto un po’ maliziosa e cerca di sfruttare la grande popolarità del fotografo francese per attirare turisti. Come se la piazza Ducale non fosse un motivo sufficiente per visitare la città lomellina.

Dario Moalli

Vigevano // fino al 5 luglio 2015
Henri Cartier-Bresson – Immagini e Parole
Catalogo Contrasto
CASTELLO SFORZESCO
Piazza Ducale 3
[email protected]
www.vigevanoversoexpo2015.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/42875/henri-cartier-bresson-immagini-e-parole/

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community