Salone Updates: l’”Estetica della miseria” nello sfarzo barocco di Palazzo Litta. Da Branzi a De Lucchi, Jasper Morrison, fratelli Campana, ecco le immagini

Print pagePDF pageEmail page

Fuorisalone, Palazzo Litta, Milano

Dai fasti napoleonici al variegato popolo del Fuorisalone, le sale di Palazzo Litta ne hanno viste di tutti i colori. Un anno dopo le “storie urbane”, Mosca Partners e la rivista DAMN° tornano ad occupare l’elegante location del centro con una collettiva che riunisce architetti, designer e aziende attorno al tema Materials. A Matter of Perception. Inserita nel circuito del distretto 5 VIE, la mostra presenta una serie di riflessioni sul tema della materia, che di volta in volta assume caratteristiche diverse: invecchiata ed erosa dallo scorrere del tempo per Michele De Lucchi, Andrea Branzi e gli studenti del Politecnico di Milano che hanno proposto sedici progetti di scenografie nel corso di un workshop i cui esiti sono confluiti nel progetto L’Estetica della Miseria, tattile e avvolgente per i Fratelli Campana, duttile e funzionale alla sperimentazione formale per Mario Trimarchi e i i suoi Oggetti Smarriti. Nel cortile interno, la Litta Beach dell’architetto brasiliano Marcio Kogan è un invito al relax. Le immagini nella fotogallery…

– Giulia Marani

 

 

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community