Miami Updates: torna anche quest’anno l’inutile sezione “public” di Art Basel. Perché insistere?

Proposte tutt’altro che elettrizzanti e ad alto tasso di inutile decorativismo. Un esito sempre più stanco, sempre più prevedibile, sempre più deludente

Public, Art Basel Miami Beach
Public, Art Basel Miami Beach

Un bel parco urbano, le palme, i prati ben irrigati, un museo (il Bass, però chiuso) da una parte, due hotel alla moda in altrettanti grattacieli dall’altra (il Setai e il W), in mezzo, da un po’ di anni, le opere d’arte. Con un esito sempre più stanco, sempre più prevedibile, sempre più deludente ogni anno che passa. E non è un problema di Miami, a cui si riferiscono queste foto, è un problema che abbiamo riscontrato davvero dovunque si provi artificiosamente e per un periodo di pochi giorni legati ad un evento commerciale a collocare opere d’arte nello spazio pubblico. La fiera faccia la fiera e lasci in pace il rapporto che nelle piazze, nei parchi e nelle strade hanno le opere d’arte con la città: non funziona! Non funziona più. Non funziona più a Parigi, nelle Tuileries durante Fiac, non funziona più a Londra, nel Regent’s Park durante Frieze (mentre Frieze New York ha mollato dopo qualche anno, giustamente!) e non funziona men che meno a Miami nel Collins Park.

UGO RONDINONE UNICO SIGNIFICATIVO RICHIAMO
Della grande installazione di Ugo Rondinone (unico significativo richiamo) abbiamo già scritto in passato. Le foto, fatte di notte e in anteprima visto che la sezione Public di Art Basel aprirà solo domani, 30 novembre, poi raccontano di proposte tutt’altro che elettrizzanti e ad alto tasso di inutile decorativismo di Camille Henrot, Alicja Kwade, Magdalena Abakanowicz, David Adamo e gli immancabili Erwin Wurm e Sol LeWitt. Il tutto a cura di Nicholas Baume, che in qualità di direttore del Public Art Found dovrebbe essere il primo a rendersi conto della incompatibilità di fatto tra fiera commerciale e arte pubblica. Quest’anno, peraltro, alcune opere resteranno in visione più a lungo, fino a marzo dell’anno prossimo. Purtroppo.

https://www.artbasel.com/miami-beach

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.