Giorgio Andreotta Calò, Roberto Cuoghi, Adelita Husni-Bey al Padiglione Italia. Ecco una galleria delle loro opere più importanti

Una galleria fotografica per ripercorrere sommariamente per immagini l’immaginario creativo dei tre selezionati da Cecilia Alemani

Adelita Husni-Bey - 2265, 2015 (Courtesy Laveronica, Modica)
Adelita Husni-Bey - 2265, 2015 (Courtesy Laveronica, Modica)

La notizia era chiaramente attesissima, soprattutto davanti allo scorrere dei paesi invitati alla Biennale Arte di Venezia che continuavano a comunicare gli artisti scelti a rappresentarli, mentre le informazioni sul Padiglione Italia continuavano a limitarsi alla curatrice Cecilia Alemani. Ovvio quindi che ci siamo precipitati – fra i primissimi – a pubblicare i nomi dei tre artisti selezionati dalla curatrice, cercando di contestualizzarli nel quadro del panorama italiano, e di distillare una linea che potrebbe uscire dalla loro presenza nella stessa mostra. I nomi sono quelli di Giorgio Andreotta Calò, Roberto Cuoghi e Adelita Husni-Bey: i primi – riflettevamo – tutto sommato prevedibili o previsti, la terza un po’ meno. Artisti comunque conosciuti al pubblico degli appassionati del contemporaneo, degli specialisti e dei professionisti: ma quanti hanno ben presente il loro lavoro, e quindi sono in grado di figurarsi come si potrebbero affacciare sulla prestigiosa scena dei Giardini? Noi intanto vi mettiamo a disposizione una galleria fotografica che ne ripercorre sommariamente per immagini…

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.