Paris Updates: immagini in anteprima di On Site, la mostra con cui la fiera Fiac occupa il Petit Palais

Lorenzo Benedetti, che la cura insieme a Christophe Leribault, ci racconta i contenuti della sezione: 40 sculture di artisti come Marcel Duchamp, Damien Hirst, Jannis Kounellis, Jan Fabre

Joe Bradley, Not yet titled, foto Stefan Altenburger, courtesy Galerie Eva Presenhuber and the artist
Joe Bradley, Not yet titled, foto Stefan Altenburger, courtesy Galerie Eva Presenhuber and the artist

Il titolo dato al nuovo settore contiene già uno degli elementi più intriganti del progetto: il Petit Palais stesso. Questo imponente spazio espositivo tipico della Belle Epoque, costruito nel 1900 per l’Esposizione Universale”. Mentre si mettono a fuoco gli ultimi dettagli di On Site, la nuova sezione/mostra con la quale la fiera parigina FIAC – al via domani, 19 ottobre, fino al 23 – per la prima volta si allarga anche al lato opposto di viale Churchill, al Petit Palais, Lorenzo Benedetti, che ne è curatore assieme a Christophe Leribault, ci racconta qualcosa in anteprima. “Una quarantina di sculture, presentate in dialogo con lo stile eclettico del palazzo progettato dall’architetto Charles Girault. Un progetto che mette al centro il rapporto con il luogo esatto del monumentale Palais de l’Industrie, che ospitò la prima exposition universelle di Parigi nel 1855, e in cui si sono svolti molti dei famosi Salons. È una coincidenza unica, vedere che lo steso luogo oggi ospita una delle più importanti fiere d’arte contemporanea del mondo”. Gli spazi coinvolti? La Galerie Sud, il Pavillon Sud, il giardino, la Galerie des grands formats e la piazza di fronte al palazzo: dove si potranno vedere opere di artisti come Marcel Duchamp, Damien Hirst, Jannis Kounellis, Eduardo Paolozzi, Lee Ufan, David Altmejd, Joe Bradley, Wang Du, Jan Fabre. Noi ne anticipiamo alcune nella fotogallery…

– Massimo Mattioli

19 – 23 ottobre 2016
On Site
Petit Palais
Parigi, Avenue Winston-Churchill
www.fiac.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.