Festival FOTOGRAFIA 2016 a Roma. La guida alle mostre e il programma

Tante mostre, collaborazioni con accademie straniere, artisti internazionali e giovani artisti. Il festival di Marco Delogu arriva alla 15esima edizione. Tra gli eventi in programma c’è un focus su Pasolini

Alfred Seiland, Imperium Romanum
Alfred Seiland, Imperium Romanum

“Il festival di Roma, romano di nascita e internazionale di vocazione, è diventato una scuola per tutta quella generazione di giovani fotografi italiani in cerca di una visione complessa dalla quale attingere e un punto di riferimento per il proprio lavoro”.  Così Marco Delogu presenta la 15esima edizione di FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma che inaugura oggi nella Capitale e che dura fino all’8 gennaio conservando il MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma come quartier generale di questa esperienza ormai consolidata nella città eterna. Dispiegandosi poi in molti meandri della stessa sotto il titolo evocativo di Roma, Il mondo. “Questa necessità” prosegue Delogu “non è passata inosservata ma ha anzi contribuito a creare fruttuosi scambi a vantaggio delle nuove generazioni di fotografi, non solo trasformando ogni edizione in un’esperienza formativa, ma trovando ed esponendo il lavoro di molti esordienti meritevoli, fino a creare solide piattaforme per la produzione concreta di nuovi lavori, fornendo gli strumenti e le possibilità ai giovani fotografi di entrare nel mondo dell’arte”.

 

COME RACONTARE LA CITTÀ ETERNA
Un titolo che dà voce e forma alla mostra collettiva principale, curata dal direttore e messa insieme con le opere degli artisti che hanno partecipato alle trascorse edizioni della Rome Commission, come spiega Delogu “probabilmente il più longevo e consolidato progetto curatoriale che riguardi una sola città ed è destinato, dopo un’anteprima presso l’Istituto Italiano di Cultura a Londra in occasione di Photo London, ad esportare l’immagine di Roma in altre capitali del mondo”.
Sono Josef Koudelka, Olivo Barbieri, Anders Petersen, Martin Parr, Graciela Iturbide, Gabriele Basilico, Guy Tillim, Tod Papageorge, Alec Soth, Paolo Ventura, Tim Davis, Paolo Pellegrin, Hans Christian Schinke lo stesso Marco Delogu, i protagonisti.

I PRINCIPALI EVENTI IN CITTÀ
A questo progetto si affiancano le “altre mostre”. Come quella con cui Alfred Seiland esplora i paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo fino a quelli del Nord Europa nei quali sopravvive, o rivive, l’idea dell’Antica Roma ai ritratti romani di Martin Bogren. Non mancano un focus su Pier Paolo Pasolini con scatti di William Klein, Ugo Mulas, Mario Dondero, Tazio Secchiaroli, Mario Tursi, Dino Pedriali e molti altri, né i numerosi premi quali Open Call for Artists, Premio Graziadei per FOTOGRAFIA, e Premio IILA, con quest’ultimo a concretizzarsi nella collaborazione con l’Istituto Italiano Latino Americano. Chiude il cerchio infatti la partnership con molti istituti di cultura e accademie straniere, dal British Council per la mostra di Simon Roberts New Vedute – Alternative Postcards from Rome, all’Accademia Tedesca Roma Villa Massimo, che presenta la mostra Willi Moegle – Otto Steinert (7 ottobre – 2 dicembre 2016), curata dalla storica della fotografia Ute Eskildsen, fino all’American Academy in Rome, con la mostra A View of One’s Own: Tre fotografe a Roma. Esther Van Deman, Georgina Masson, Jeannette Montgomery Barron (13 ottobre – 27 novembre 2016), a cura di Lindsay Harris, Peter Benson Miller e Angela Piga.

21 ottobre 2016 – 8 gennaio 2017
FOTOGRAFIA. Festival Internazionale di Roma – XV edizione
Macro – Museo d’Arte Contemporanea Roma
Roma, via Nizza, 138
www.fotografiafestival.it

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.