Grande preview a Venezia per la mostra intitolata a Coco Chanel. Ecco le immagini

Presentato a Ca’ Pesaro l’atteso appuntamento espositivo con protagonista la celeberrima couturier francese. Un’immersione nell’intimità della sua biblioteca, in mostra per la prima volta, e nel cuore dei suoi rapporti più stretti, fra arte, vita e innovazione

La mostra su Chanel a Venezia, Ca Pesaro
La mostra su Chanel a Venezia, Ca' Pesaro

Non è casuale la scelta di Venezia come ospite della nuova tappa di Culture Chanel, il ciclo di mostre intitolato a uno dei capisaldi dell’haute-couture internazionale. Città cara a Coco Chanel e punto fermo nella sua storia professionale e personale, Venezia oggi accoglie un grande evento espositivo – La donna che legge – incentrato sul legame tra la famosa stilista e il mondo letterario. Ca’ Pesaro ha spalancato le porte agli addetti ai lavori, offrendo allo sguardo una panoramica sull’universo più intimo di Chanel, animato dai suoi libri – più di mille, custoditi gelosamente come pezzi d’arte – e dalle sue amicizie più profonde, allineate lungo il fil rouge della forma scritta, fra dediche, rimandi e trame di affascinanti connessioni.

DAL LIBRO ALLA VITA
Le vetrine che innervano l’esposizione curata da Jean-Louis Froment restituiscono parole e disegni di Jean Cocteau, Apollinaire, Reverdy, ma anche lettere di Mallarmé e il manoscritto autografo definitivo di Madame Bovary, senza dimenticare le illustrazioni di Dalí, cui fanno da contraltare, ad esempio, le opere di Picasso e Miró, che accentuano la luminosità delle pareti, rigorosamente dorate, in omaggio ai colori dell’appartamento parigino di Coco. Dalla dimora di rue Cambon provengono numerosi oggetti appartenuti alla stilista e rivelatori delle sue passioni – dall’astrologia alla classicità –, emblemi di una vita spesa a rincorrere i propri sogni. Densa e sfaccettata, la mostra veneziana cala l’esistenza di Chanel nel cuore del suo tempo, svelando le fonti di ispirazione alla base del suo stile e l’impatto di quest’ultimo sull’epoca futura. Preziosa chiave interpretativa dell’universo Chanel, gli amati libri diventano uno strumento essenziale per orientarsi nel gioco di riflessi tra arte, vita e genio creativo che ha contraddistinto la storia di Coco. Torneremo a occuparci di questa esposizione-evento, nel frattempo ecco un video del backstage e una ricca fotogallery.

 – Arianna Testino

http://capesaro.visitmuve.it/
www.chanel.com

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Arianna Testino
Nata a Genova nel 1983, Arianna Testino si è formata tra Bologna e Venezia, laureandosi al DAMS in Storia dell’arte medievale-moderna e specializzandosi allo IUAV in Progettazione e produzione delle arti visive. Dal 2015 lavora nella redazione di Artribune. Attualmente dirige l’inserto cartaceo Grandi Mostre ed è content manager per il sito di Sky Arte, curato da Artribune. Nel 2012 ha pubblicato il saggio "Michelangelo Pistoletto. L'unione di vita, parole e opera" e nel 2016 "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (con Marco Enrico Giacomelli).