Ecco tutte le novità di Artverona 2016. Da Mozart a Hermann Nitsch

Dal 14 al 17 ottobre, la fiera curata da Andrea Bruciati presenta 120 espositori e tante novità. Come la sezione Tangram, dedicata alle gallerie emergenti

ArtVerona 2015 - Raw Zone
ArtVerona 2015 - Raw Zone

Riparte la stagione e ricomincia il caravan degli appuntamenti e tra questi, ovviamente, le fiere. La stagione nazionale viene come di consueto riaperta da Artverona, che si svolge dal 14 al 17 ottobre nella città veneta, riconfermando la direzione artistica ad Andrea Bruciati, che sempre di più sta ridisegnando l’identità della manifestazione conferendole un aspetto cutting-edge. Molte novità per la 12ma edizione, dalla new entry curatoriale Antonio Grulli, al quale vengono affidate le relazioni con i collezionisti, all’ingresso nel Comitato di Indirizzo – già composto da Giorgio Fasol, Michele Furlanetto, Salvatore Mirabile, Patrizia Moroso e Cristiano Seganfreddo – di Catterina Seia, vicepresidente della Fondazione Fitzcarraldo, e Mauro De Iorio, collezionista. 120 gli espositori che hanno scelto la fiera, nelle varie sezioni che la compongono. Inedita, insieme al macro spazio dedicato ad arte moderna e contemporanea, è la sezione Tangram, dedicata alle giovani gallerie di ricerca (CollicaLigreggi di Catania, Doppelgaenger di Bari, Fuoricampo di Siena, Rizzuto Gallery di Palermo).

DENTRO E FUORI LA FIERA
16, invece, sono gli spazi indipendenti selezionati da Cristiano Seganfreddo: tra questi Fondazione Rivoli 2, Milano, MyHome Gallery, Verona, Radio Papesse, Firenze, The Blank Contemporary Art, Bergamo. Non manca un ricco calendario di eventi, ancora più nutrito di quello dello scorso anno. Il programma ufficiale, quest’anno ispirato a Mozart, prevede molte iniziative interessanti. Si parte dalla “mostra di bandiera”, curata perciò da Bruciati stesso tra le mura di Castelvecchio e intitolata il Flauto Magico, con opere di artisti internazionali provenienti da 16 collezioni private. Al Museo AMO Arena Museo Opera – Palazzo Forti una mostra, a cura di Hubert Klocker, ripercorre la relazione tra Hermann Nitsch e il teatro. In fiera un focus su Osvaldo Licini e la sezione Level 0, che mette in relazione importanti istituzioni pubbliche aderenti al progetto (tra queste il Mart di Trento e Rovereto, Museion e Castel Sant’Elmo) con i giovani artisti; infine in città l’installazione Note in Do Lenti di Raffaella Formenti, presso la Loggia Vecchia in Piazza dei Signori a Verona, per citare solo alcune delle iniziative in calendario.

Santa Nastro

Mostre in occasione di ArtVerona
14 ottobre 2016-8 gennaio 2017
Il flauto magico, 16 collezionisti per un’istituzione
Museo di Castelvecchio
– –
13 ottobre -5 novembre 2016
Così fan tutte, ossia la scuola degli amanti | VideoArtVerona
Protomoteca della Biblioteca Civica e Accademia Belle Arti di Verona
– –
15 ottobre 2016-8 gennaio 2017
Hermann Nitsch e il Teatro
Museo AMO Arena Museo Opera – Palazzo Forti
– –
8-17 ottobre 2016
Raffaella Formenti | Note in do lenti
Loggia Vecchia in Piazza dei Signori
– –
15 ottobre – 6 novembre 2016
Roberto Pugliese | La finta semplice
Chiesa di San Francesco al Corso – Museo degli Affreschi
– –
Art Rounds # ArtVerona
Università degli Studi di Verona

www.artverona.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.