19 autori under 40 alla Mostra del Cinema di Venezia

Nel corso del festival del Cinema di Venezia sarà possibile visionare i 17 film prodotti dai giovani autori. Un saggio della creatività italiana emergente in un concorso promosso da SIAE, GAI e Lightbox

Mostra del Cinema di Venezia


Festival del Cinema di Venezia
ai nastri di partenza, e fioriscono anche le opportunità alternative da tenere sott’occhio nel proprio carnet settimanale. Ad esempio il bel progetto prodotto dalla SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori in collaborazione con Lightbox e GAI – Giovani Artisti Italiani, il network sempre più propositivo che sostiene l’arte nostrana. E che sbarca in Laguna con I Love GAI – Giovani Autori Italiani, una rassegna di 19 registi under 40 che presentano 17 cortometraggi al Palazzo del Cinema nelle giornate del 1 e del 2 settembre. Un saggio interessante e una full immersion nella giovane creatività tricolore che si conclude con una grande festa all’Hotel Excelsior e con il dj set di Tommy Vee.

DALLE PROIEZIONI AL CONCORSO
I 17 film saranno inoltre in lizza per un concorso e sottoposti alla giuria di Beatrice Bulgari, Karel Och e Riccardo Chiattelli, che visioneranno le produzioni scelte nel 2015 su una lista più vasta da Nicola Giuliano, Andrea Purgatori, Mara Sartore. La competizione ha come obiettivo quello di scoprire i nuovi talenti in un sistema come quello del cinema italiano che sta ricominciando a far parlare di se, anche se faticosamente, e di favorire il contatto tra gli autori, i produttori e il pubblico. Proprio per questo la SIAE ha inoltre deciso di azzerare la quota associativa per i registi e gli editori under 31 e per le startup che operano da meno di due anni. I finalisti che si misureranno a Venezia e dei quali si potranno vedere i film sono Giovanni Aloi, Valerio Attanasio, Angelo Cretella, Leopoldo Caggiano, Brando De Sica, Davide Gentile, Adriano Giotti, Daniele Greco, Eva Jospin, Dario Samuele Leone, Mauro Maugeri, Davide Minnella, Virginia Mori, Emanuele Palamara, Vito Palmieri, Luigi Pane, Luca Maria Piccolo, Naike Anna Silipo, Adriano Valerio.

Iscriviti a Incanti. Il settimanale di Artribune sul mercato dell'arte

 
 

Santa Nastro

www.ilovegai.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è caporedattore di Artribune. È Responsabile della Comunicazione di FMAV Fondazione Modena Arti Visive e della Fondazione Pino Pascali. Collabora con Fondazione Pianoterra Onlus a Roma. È stata inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ha collaborato con l’American Academy in Rome. Dal 2011 al 2021 ha collaborato con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli. Dal 2006 al 2011 è stata Segreteria Scientifica del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con la testata Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni. È autore del saggio Come vivono gli artisti? edito da Castelvecchi (2022) nella collana Fuoriuscita.