Nasce Platea, Premio per la nuova drammaturgia. Al vincitore andranno una coproduzione e la pubblicazione con Einaudi

Nasce un Premio per la migliore opera inedita teatrale. Lo promuovono la Fondazione Platea con Giulio Einaudi Editore e A.N.A.R.T. Per il vincitore una coproduzione e la pubblicazione con Einaudi del testo

Cesare Lievi, Alcesti - Teatro Greco di Siracusa, 2016, photo G. L. Carnera per archivio I.N.D.A.
Cesare Lievi, Alcesti - Teatro Greco di Siracusa, 2016, photo G. L. Carnera per archivio I.N.D.A.

Si occupano del mondo, i drammaturghi di oggi. “Con lo sguardo aperto verso un fuori complesso e contraddittorio, costruiscono mondo e immaginario, attraverso una parola capace di generare la scena già a partire dal suo formarsi sulla pagina, già nel suono, nel ritmo, nella delimitazione di uno spazio e un tempo dell’azione”: la bella definizione di Silvia Bottiroli, risalente a qualche anno fa, pare utile a identificare i destinatari di un nuovo, incoraggiante Premio per la nuova drammaturgia italiana. 

Trasparenze, Modena 2016 - Zaches Teatro
Trasparenze, Modena 2016 – Zaches Teatro

UN BANDO PER LA MIGLIORE OPERA INEDITA
Le prospettive sono decisamente interessanti: al testo vincitore andranno una prestigiosa coproduzione tra Teatri Nazionali e Teatri di Rilevante Interesse Culturale e la pubblicazione per i tipi di Einaudi. Il Premio Platea, promosso dall’omonima Fondazione per l’Arte Teatrale – in collaborazione con Giulio Einaudi Editore e con A.N.A.R.T. (Associazione Nazionale Attività Regionali Teatrali) e con il sostegno di Compagnia di San Paologuarda alla produzione drammaturgica contemporanea come a uno strumento primario per la crescita culturale italiana”. Il bando, riservato a opere inedite e mai rappresentate scritte in lingua italiana, è rivolto ad autori di qualsiasi nazionalità che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età. A rendere particolarmente appetibile questo nuovo Premio è lo sbocco produttivo ed editoriale riservato al testo vincitore, che sarà messo in scena nel corso della stagione 2017-2018 e sarà pubblicato dalla Casa Editrice Einaudi nella collana Collezione di teatro. Lo spettacolo sarà in seguito programmato nei teatri della Fondazione P.L.A.TEA. e nei Circuiti Regionali aderenti all’A.N.A.R.T. I testi devono essere inviati entro il 16 settembre.

Michele Pascarella

http://www.fondazioneplatea.it/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Michele Pascarella
Dal 1992 si occupa di teatro contemporaneo e tecniche di narrazione sotto la guida di noti maestri ravennati. Dal 2010 è studioso di arti performative, interessandosi in particolare delle rivoluzioni del Novecento e delle contaminazioni fra le diverse pratiche artistiche.