Venezia Updates: Laguna chiama Turchia. Presentato sulla terrazza di Peggy Guggenheim il progetto The Mosaic Road, per la salvaguardia e la valorizzazione di un patrimonio musivo millenario

Venezia punta lo sguardo a Est e ospita la prima presentazione italiana dell’iniziativa promossa da Turkey-ONE, l’associazione nata nel 2014 per volontà di Demet Sabanci Çetindoğan, membro di una delle più influenti famiglie turche, allo scopo di richiamare l’attenzione internazionale sul patrimonio artistico, storico e paesaggistico della Turchia, incentivando azioni di salvaguardia e conservazione. Dopo la Svizzera e prima […]

Oceano e Teti - Hathay Archeology Museum

Venezia punta lo sguardo a Est e ospita la prima presentazione italiana dell’iniziativa promossa da Turkey-ONE, l’associazione nata nel 2014 per volontà di Demet Sabanci Çetindoğan, membro di una delle più influenti famiglie turche, allo scopo di richiamare l’attenzione internazionale sul patrimonio artistico, storico e paesaggistico della Turchia, incentivando azioni di salvaguardia e conservazione. Dopo la Svizzera e prima di Londra e Washington, la terrazza mozzafiato della Collezione Peggy Guggenheim ha fatto da cornice alla presentazione di The Mosaic Road, il recente progetto diretto dal presidente del Consiglio consultivo di Turkey-ONE, lo storico Ilber Ortaylı, in coordinamento con il Ministero della Cultura e del Turismo e dei comuni metropolitani di Hatay, Kahramanmaraş, Gaziantep e Şanlıurfa.

 

Melanippe - Edessa Mosaic Museum
Melanippe – Edessa Mosaic Museum

UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE
Proprio queste città del sud est della Turchia, vicine a un confine attualmente molto delicato, custodiscono i resti di preziosi mosaici di epoca ellenistica e romana, rinvenuti durante le campagne di scavo del secolo scorso. Tra i reperti, il Mosaico di Urfa – il Mosaico delle Amazzoni – testimonia la grande perizia di una tecnica musiva incentrata sulla combinazione di tessere grandi al massimo 4 millimetri e provenienti dal fiume Eufrate. Nonostante la bellezza e la notevole portata storica, questo ciclo di reperti continua a restare ai margini dell’attenzione mondiale. L’intento dell’associazione turca è proprio quello di invertire tale tendenza, divulgando la conoscenza dei preziosi mosaici e motivando le comunità locali a proteggere una simile ricchezza. La serata veneziana è stata animata dalle creazioni della stilista Ozlem Suer, ideatrice di una capsule collection ispirata ai mosaici più noti e da una proposta culinaria dedicata ai sapori di Gaziantep, tra le Città Creative Unesco in ambitogastronomico.

-Arianna Testino

www.guggenheim-venice.it/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Arianna Testino
Nata a Genova nel 1983, Arianna Testino si è formata tra Bologna e Venezia, laureandosi al DAMS in Storia dell’arte medievale-moderna e specializzandosi allo IUAV in Progettazione e produzione delle arti visive. Dal 2015 lavora nella redazione di Artribune. Attualmente dirige l’inserto cartaceo Grandi Mostre ed è content manager per il sito di Sky Arte, curato da Artribune. Nel 2012 ha pubblicato il saggio "Michelangelo Pistoletto. L'unione di vita, parole e opera" e nel 2016 "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (con Marco Enrico Giacomelli).