A Merano inaugura 00A, nuovo spazio dedicato alla fotografia. In anteprima le immagini della galleria con i calchi proteiformi di Christian Martinelli

00A è il nome del primo fotogramma delle pellicole, di solito non sviluppato perché usato per caricare il rullino nella macchina. E nome più azzeccato non si poteva scegliere per una galleria (con connessa associazione) dedicata appunto alla fotografia. 00A nasce a Merano per iniziativa di un artista, Christian Martinelli, con l’intento di promuovere questa […]


00A
è il nome del primo fotogramma delle pellicole, di solito non sviluppato perché usato per caricare il rullino nella macchina. E nome più azzeccato non si poteva scegliere per una galleria (con connessa associazione) dedicata appunto alla fotografia. 00A nasce a Merano per iniziativa di un artista, Christian Martinelli, con l’intento di promuovere questa forma espressiva in ambito altoatesino, puntando in primo luogo sul dialogo. 100 metri quadri di superficie espositiva, con nove mesi di mostre già pianificate, tutte a cura di Camilla Martinelli: protagonisti tra gli altri Nicola Morandini, Simon Perathoner, Werner Gasser, Ornela Cekrezi & Johannes Inderst, Andrea Salvà, Elisabeth Hölzl e Ulrich Egger. A completare il programma, una serie di incontri volti ad approfondire l’opera dei singoli artisti.
S’inizia questo venerdì con lo stesso Christian Martinelli. La mostra Still&Life proporrà una riflessione su almeno due tra le questioni fondanti dell’arte fotografica: il rapporto con il tempo e il cambiamento, e la “riproducibilità” del reale attraverso l’immagine. Riguardo al primo aspetto, Martinelli fotografa oggetti in corso di mutazione, tracciando così l’instabilità della materia (portata per esempio a combustione). Riguardo al secondo, la presa dell’istante avviene tramite una procedura che ambisce a restituirne un’immagine “totale”. Gli strumenti usati dall’artista sono un cubo in acciaio inox che diviene enorme camera oscura (della misura di 8 metri cubi), abbinata alla speciale carta cibachrome (ormai fuori produzione e sempre più introvabile), che raccoglie un’impressione non discreta né ridotta del reale, ma uniforme e in scala 1:1. Una scelta anacronistica, in questo presente fatto di Instagram e Photoshop, ma che non assume affatto una pura connotazione nostalgica: l’intento primario è infatti quello d’indagare ciò che sta alla base della fotografia, così come il nome stesso della galleria 00A suggerisce.
Merano si conferma quindi un terreno sempre più vitale per la giovane arte altoatesina. Nel weekend successivo, oltretutto, la neonata galleria passerà il testimone alla Kunsthalle Eurocenter, realtà ormai consolidata nella vicina Lana. Venerdì 27 maggio sarà la volta del progetto TRANS*NATURE a cura di Jürgen Tabor, che coinvolgerà un ancor più ampio gruppo di artisti: Brave New Alps (Bianca Elzenbaumer, Fabio Franz), Ulrich Egger, Siggi Hofer, Irene Hopfgartner, Hubert Kostner, Sonia Leimer, Philipp Messner, Carmen Müller, Walter Niedermayr, Gabriela Oberkofler, Petra Polli, Othmar Seehauser e Karl Unterfrauner.

Simone Rebora

Christian Martinelli – Still&Life
A cura di Camilla Martinelli
Inaugurazione: venerdì 20 maggio 2016, ore 18.30
Dal 21 al 29 maggio 2016
00A Gallery
Via Ortenstein 2, Merano
http://martinellichristian.wix.com/ip-law-firm#!blank-1/h20ly
– –
TRANS*NATURE, curato da Jürgen Tabor
Inaugurazione: venerdì 27 maggio 2016, ore 19.30
Dal 27 maggio al 2 giugno 2016
Kunsthalle Eurocenter Lana
Via Industriale 1/5, Lana (BZ)
www.kunsthalleeurocenter.com