Idea Finesettimana. Weekend lungo verso Sud: dal nuovo museo al debutto nel borgo molisano di Casalciprano a Pino Settanni a Potenza

Weekend lungo, il prossimo, che mettendo in fila anche il 25 aprile invoglierà certamente molti a partire per itinerari anche più complessi del solito. Per i nostri affezionati art trotters, un’idea da prendere in considerazione potrebbe puntare verso Sud: ma verso l’entroterra, visto che per il mare ci sarà l’estate che sembra ormai voler anticipare […]

Palazzo Montalbò, sede del museo a Casalciprano

Weekend lungo, il prossimo, che mettendo in fila anche il 25 aprile invoglierà certamente molti a partire per itinerari anche più complessi del solito. Per i nostri affezionati art trotters, un’idea da prendere in considerazione potrebbe puntare verso Sud: ma verso l’entroterra, visto che per il mare ci sarà l’estate che sembra ormai voler anticipare i tempi di qualche mese. Intanto, dunque, sfruttate i 4 giorni a disposizione per raggiungere qualche meta raramente coinvolta dai percorsi artistici: come il Molise, dove Casalciprano – microscopico comune della provincia di Campobasso, poco più di 500 abitanti – si concede il lusso di inaugurare sabato 23 aprile, alle 18, la sua Galleria Civica d’arte Contemporanea. Si chiama Montalbò Contemporanea, e prende il nome dai suggestivi spazi, da poco restaurati, di Palazzo Montalbò: e per inaugurare sceglie “una mostra collettiva che dopo sei anni presenta Francesco Cervelli, Marco Colazzo, Mauro Di Silvestre, Stefania Fabrizi, Adriano Nardi, Marco Verrelli, i sei pittori di area romana che nel 2010 hanno realizzato le grandi opere murali del Museo della Tradizione Contadina sulle facciate di diversi edifici cittadini del borgo molisano”. La mostra, curata davLorenzo Canova, Gianrico Battista e Piernicola Maria Di Iorio, apre tra l’altro una nuova collaborazione tra il Comune di Casalciprano e l’ARATRO, il centro d’arte contemporanea dell’Università del Molise.

MOSTRA DEDICATA AL GRANDE FOTOGRAFO PUGLIESE SCOMPARSO NEL 2010
I giorni non mancano, per cui non spaventeranno certo i 200 km che si dovranno affrontare per raggiungere Potenza: ad attendervi ci sarà la mostra Pino Settanni – Il colore è luce, ospitata ​nella Pinacoteca Provinciale e organizzata in collaborazione con il museo da circa un anno dedicato a Matera al grande fotografo pugliese scomparso nel 2010. 46 opere con il filo conduttore della ricerca sulla luce, “modulata attraverso un uso sapiente del mezzo tecnico e della resa coloristica, che l’artista ha sviluppato durante tutta la sua carriera, e che unisce le tre sezioni della mostra, dedicate rispettivamente ai Ritratti e ai Nudi che lo hanno reso celebre al grande pubblico, tra tutti quello di Mario Monicelli o di Marcello Mastroianni, ai Tarocchi, con l’esposizione di 20 opere, e all’Afghanistan, paese visitato a più riprese tra il 2002 e il 2005 a seguito dell’esercito italiano”. E se proprio non riuscirete a resistere al richiamo del mare, vi ci potrete avvicinare puntando un po’ più a Sud verso Laterza, dove il maestoso Palazzo Marchesale vi accoglierà con il secondo step della mostra SonORa, “il cui scopo è quello di reinterpretare artisticamente i contenitori storici dislocati nelle più belle località pugliesi, nei quali, artisti riconosciuti sono invitati ad installare la loro arte”.

Inaugurazione: sabato 23 aprile 2016 – ore 18
Dal 23 aprile al 12 giugno 2016
Sei pittori sei anni dopo
Montalbò Contemporanea
Largo della Vittoria 86010 Casalciprano (CB)
[email protected]
– –
Inaugurazione: sabato 23 aprile 2016 – ore 17,30
Dal 23 aprile al 5 giugno 2016
Pino Settanni – Il colore è luce ​
​Pinacoteca Provinciale
Via Lazio – Potenza
http://www.provincia.potenza.it/
– –
​Inaugurazione: sabato 23 aprile 2016 – ore 19
Dal 23 aprile al 28 maggio 2016
Palazzo Marchesale
​Piazza Plebiscito – Laterza (Ta)
www.comune.laterza.ta.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.