CRAG, una nuova home-gallery in un’area post-industriale di Torino. La raccontano le promotrici

In un momento di grande fervore per Torino in ambito culturale e nell’arte contemporanea, nasce CRAG – Chiono Reisovà Art Gallery, un nuovo concept di galleria in un’area post-industriale della città. Un po’ fuori mano, per la verità, e lontano dai circuiti galleristici del centro, ma situato in un luogo di grande fascino: un loft […]

Alessandro Cardinale, Nu Shu, 2015, 55x40x10cm

In un momento di grande fervore per Torino in ambito culturale e nell’arte contemporanea, nasce CRAG – Chiono Reisovà Art Gallery, un nuovo concept di galleria in un’area post-industriale della città. Un po’ fuori mano, per la verità, e lontano dai circuiti galleristici del centro, ma situato in un luogo di grande fascino: un loft nel Centro Piero della Francesca, che alla fine degli anni ’70 è stato il primo simbolo di una Torino attenta ai grandi cambiamenti. “Il Centro in tutti questi anni ha rappresentato una concreta realtà della vitalità torinese, non sempre evidente, anzi, spesso in sintonia con una città che colpisce per la sua capacità di nascondere più che di palesare!”, spiegano le due ideatrici Karin Reisovà ed Elisabetta Chiono nell’intervista che potrete leggere integralmente nel prossimo numero del nostro magazine.

UNA MOSTRA DI SOLI TRE GIORNI
Un architetto di nascita boema e un avvocato con master in Management dell’arte e dei beni culturali, che hanno deciso di unire le proprie forze per dare vita a questo progetto, con prospettive di carattere internazionale. CRAG è concepita come home gallery che vuole promuovere da un lato artisti emergenti italiani e stranieri, dall’altra presentare artisti affermati e storicizzati, per dar vita con entrambi a mostre – incentrate sulla pittura e sulla scultura, con grande attenzione alla qualità ed al percorso artistico – non solo indoor ma anche in altre sedi. L’unione tra lo spazio espositivo e la propria casa non è nuovo per Karin Reisovà ed Elisabetta Chiono: le due galleriste hanno iniziato la collaborazione dal 2008 presso Areacreativa42 a Rivarolo Canavese, dove in una maison charmant – la settecentesca Casa Toesca – accolgono i visitatori organizzando mostre, eventi culturali, l’Art Prize CBM, concerti e conferenze. Ora, questo nuovo spazio a Torino che apre il 29 aprile con una mostra di soli tre giorni, per fare conoscere gli artisti con cui la galleria lavora.

Claudia Giraud

Inaugurazione Crag – Chiono Reisova Art Gallery
Via Nole 57, Torino
29 aprile-1 maggio ore 11-22 orario continuato
http://www.cragallery.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).