Ratatà festival a Macerata, in arrivo l’edizione 2016. E anche per partecipare alla campagna di finanziamento crowdfunding: c’è ancora una settimana

Esplora i differenti aspetti del disegno contemporaneo, il festival Ratatà, che si svolgerà a Macerata dal 14 al 17 aprile. Partito tre anni fa, il festival ha riempito la città di mostre, workshop, incontri, feste dedicati al mondo dell’illustrazione, del disegno, del fumetto, del nuovo muralismo e dell’editoria indipendente. Una delle novità di quest’anno è […]


Esplora i differenti aspetti del disegno contemporaneo, il festival Ratatà, che si svolgerà a Macerata dal 14 al 17 aprile. Partito tre anni fa, il festival ha riempito la città di mostre, workshop, incontri, feste dedicati al mondo dell’illustrazione, del disegno, del fumetto, del nuovo muralismo e dell’editoria indipendente. Una delle novità di quest’anno è la collaborazione con il festival POP UP! Arte Contemporanea nello Spazio Urbano, che porterà ad ampliare nel territorio maceratese l’itinerario-galleria di arte pubblica che oggi conta ventiquattro opere d’arte di artisti internazionali disseminate nelle Marche, nell’area di Ancona e della Vallesina.
Nella regione, infatti, si stanno stringendo alleanze per definire macro aree culturali altamente competitive all’interno di una progettualità europea, arricchendo così il territorio regionale di nuove opere e attività culturali indipendenti. Gli artisti attesi per questa edizione del festival Ratatà sono Hitnes, Lui Gig, Andrea Casciu, Geometric Bang, Patrizia Mastrapasqua, ma ricchissimo è il programma del festival, che potrete contribuire ad arricchire ulteriormente tramite la campagna di crowdfunding sul sito Ulule che servirà a invitare nuovi ospiti, documentare il festival, organizzare un concerto. Affrettatevi: c’è ancora una settimana per la raccolta fondi.

Annalisa Filonzi

https://it.ulule.com/ratata-festival-2016/
https://ratatafestival.wordpress.com/
http://popupfestival.it/mappa/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Annalisa Filonzi
Laurea in Lettere classiche a Bologna, torno nelle Marche dove mi occupo di comunicazione ed entro in contatto con il mondo dell'arte contemporanea, all'inizio come operatrice didattica e poi come assistente alla cura di numerose mostre per enti pubblici e privati del territorio. Dell'arte mi interessano soprattutto i nuovi linguaggi e gli artisti che si fanno portavoce e anticipatori delle emozioni del nostro tempo: video, fotografia, street art, contaminazioni di linguaggi. Nel 2007 fondo l’associazione culturale GLAZonART per la quale curo la mostra “VIDEOGLAZ Mario Sasso e l’immagine elettronica” presso il Museo d’Arte Moderna di Mosca. Ora insegno di ruolo Lettere negli istituti superiori, alternando l’attività didattica a quella di critica, principalmente per la rivista Artribune, e di curatrice indipendente, per la quale collaboro con gallerie e festival come l’Associazione AOCF58 di Roma, il festival Nottenera di Serra de’ Conti e altre realtà del territorio. Dal 2013 curo il progetto dello spazio espositivo USB Gallery a Jesi (AN), una homegallery a cui ho dato vita nella mia abitazione e che gestisco nello spirito di assoluta libertà, ricerca e incontro insieme agli artisti ospitati, per dare forma alla complessità e alla profondità dei nostri tempi che solo l’arte contemporanea può indagare.